Condividi

Germania: Governo Spd-Verdi-Lib ma dopo il 16 dicembre

Passi avanti nelle trattative tra i 3 partiti usciti vincitori dalle ultime elezioni tedesche per dar vita al governo Scholz, che tuttavia nascerà dopo il 16 dicembre per permettere a Merkel di passare alla storia come la Cancelliera più longeva di sempre

Germania: Governo Spd-Verdi-Lib ma dopo il 16 dicembre

La Spd, i Verdi e i Liberali hanno raggiunto un accordo preliminare per cercare di formare un governo in Germania. Lo ha annunciato Olaf Scholz, leader socialdemocratico e candidato numero uno alla cancelleria, dopo giorni di negoziati a porte chiuse in seguito alle elezioni di inizio ottobre.

Si apre quindi una nuova fase della trattativa, in cui Scholz porterà avanti “colloqui di coalizione” con i numeri uno dei Verdi e dei Liberali – Annalena Baerbock e Christian Lindner – per trovare la quadra su un programma comune di 12 pagine e formare così una “maggioranza semaforo”.



Dal punto di vista europeo, il documento non va incontro alle richieste dei Paesi mediterranei, perché prevede di non modificare il Patto di Stabilità (al momento sospeso) e di continuare la tradizionale battaglia tedesca contro l’indebitamento.

Sul fronte interno, però, la bozza di accordo contiene anche l’aumento del salario minimo a 12 euro l’ora, la creazione di una sorta di “reddito di cittadinanza”, la chiusura delle centrali a carbone entro il 2030 (otto anni prima di quanto finora previsto) e l’introduzione di nuove tasse per ridurre l’aumento delle bollette di luce e gas.

I liberali hanno comunque ottenuto la promessa che le imposte sui redditi, quelle sulle imprese e l’Iva non saranno alzate e che la patrimoniale promessa da Spd e Verdi non vedrà mai la luce.

Infine, Scholz ha precisato che fra i punti principali del futuro programma di governo ci saranno la lotta alla povertà infantile, l’aumento delle case a equo canone e la stabilizzazione delle pensioni.

In caso di successo delle trattative, che verosimilmente dureranno fino ai primi di dicembre, l’elezione di Scholz a cancelliere dovrebbe essere messa in calendario dopo il 16 dicembre. In questo modo, Angela Merkel batterebbe il record di Helmut Kohl e diventerebbe la cancelliera più longeva della storia tedesca.

Si tratterebbe di una mossa strategica per il leader socialdemocratico: aiutando Merkel a trasformarsi in un’icona, Scholz metterebbe alle strette l’ala conservatrice della Cdu, che dopo il disastro elettorale trama nell’ombra per riconquistare la guida dei cristiano-democratici.

Commenta