Condividi

Venezuela nel caos: tutti i poteri a Maduro

Situazione fuori controllo nel Paese sudamericano, dopo che il Tribunale Supremo di Giustizia (Tsj) ha assunto tutte le funzioni dell’Assemblea Nazionale, il Parlamento unicamerale in mano all’opposizione.

Venezuela nel caos: tutti i poteri a Maduro

Colpo di stato in Venezuela: il presidente Nicolas Maduro governa ora il Paese senza alcun controllo del Parlamento, dopo che il Tribunale Supremo di Giustizia (Tsj) venezuelano ha assunto tutte le funzioni dell’Assemblea Nazionale, il Parlamento unicamerale in mano all’opposizione, lasciando la via libera al governo. In una sentenza la notte scorsa, l’alta corte ha dunque stabilito che siccome l’Assemblea si trova in situazione di “ribellione ed oltraggio” alle sue decisioni, “le competenze parlamentari saranno esercitate direttamente dalla Sala Costituzionale (del Tsj) o da qualsiasi organo che essa disponga, per garantire lo Stato di diritto”.

In questo modo Maduro potrà bypassare completamente l’Assemblea Nazionale – dove l’opposizione controlla 112 seggi, su un totale di 167, dalle elezioni politiche del 2015 – e governare per decreto, essendo tenuto solo ad informare delle sue iniziative al Tsj.



Il caso Venezuela ha tenuto banco anche all’Osa, l’Organizzazione degli Stati Americani. La situazione è stata posta sotto i riflettori grazie a un documento in cui 14 stati membri chiedono a Maduro lo svolgimento delle elezioni nazionali e la liberazione dei prigionieri politici. Tra corruzione, sicurezza ai minimi storici e inflazione sopra il 1000%, il paese sudamericano è in una crisi severissima per la popolazione locale. Anche i medicinali scarseggiano, al punto che Maduro, la settimana scorsa, ha chiesto ufficialmente aiuto alle Nazioni Unite per rispondere all’emergenza.

Commenta