Referendum, le ragioni del NO

Per l'ex senatore repubblicano il taglio dei parlamentari è una norma "sbagliata e pericolosa" perchè, in assenza di una organica riforma, rischia di allontanare ancora di più il Parlamento dal Paese e di rendere ancora più oligarchico il sistema politico
Il taglio dei parlamentari e l’Incompiuta di Schubert

I sostenitori del SI al referendum sostengono che questa riforma sarebbe solo il primo passo di una modifica più complessiva della Costituzione: se così fosse, l'operazione sarebbe certamente destinata a rimanere incompiuta, come la più tragica delle sinfonie di Schubert
Referendum, videoguida al voto

Sono tante le informazioni che bisogna conoscere prima di andare a votare nell'ambito del referendum sulla riforma costituzionale del 4 dicembre - Ecco una videoguida che, in soli due minuti, spiega i cambiamenti più importanti che entreranno in vigore nel…
Referendum, quattro buone ragioni per votare SI’

Il voto del 4 dicembre è un'occasione unica per rinnovare l'Italia - I contenuti della riforma, il treno del cambiamento che passa ogni vent'anni, la stabilità del Governo e lo scenario internazionale in cui si colloca il referendum italiano spingono…
Referendum, il lato debole degli intellettuali del NO

Secondo l'economista della Bocconi gli intellettuali che avversano la riforma costituzionale nel referendum si dividono in quattro gruppi: i professionisti del dettaglio, quelli del contropotere, quelli dell'anti-populismo e gli alfieri del benaltrismo - A tutti manca il giusto bilanciamento nel…
Referendum, Prodi scopre le carte: “Voterò Sì”

"Sento di dovere rendere pubblico il mio sì, nella speranza che questo giovi al rafforzamento della nostre regole democratiche soprattutto attraverso la riforma della legge elettorale" - Con queste parole, l'ex Presidente dell'Ulivo comunica il suo endorsement a favore del…

Si è svolto nel pomeriggio del 17 novembre presso la sala conferenze di Via Uffici del Vicario 30 l'incontro di approfondimento promosso congiuntamente da "La Rete dei Sì per la Riforma Costituzionale" ed il Comitato referendario nazionale "Basta Un Sì".
Referendum costituzionale: lo strano NO del Prof. Monti

L'ex premier voterà NO per protestare contro questa manovra che, con i suoi tanti bonus, punterebbe a comprare il voto degli elettori: eppure, sono proprio le nuove regole costituzionali la premessa per modificare la propensione della politica ad acquistare il…
Referendum, confuse e pretestuose le ragioni del NO

Zagrebelsky e Pallante sostengono che al referendum bisogna votare NO perhé la riforma costituzionale in accoppiata con l'Italcim accentra i poteri a favore dello Stato e nello Stato a favore dell'Esecutivo, ma tutto questo non corrisponde né alla lettera della…
Referendum, l’economia del SI’: quanto vale la riforma?

Si parla molto dei risparmi che deriveranno dall'abolizione dell'attuale Senato, dalla cancellazione definitiva delle province e del Cnel, stimati attorno ai 500 milioni di euro, ma la riforma costituzionale non tocca solo i costi della politica ma aspetti molto profondi…
Assonime, Guida semplice al referendum

L'associazione delle spa italiane, che ieri ha incontrato il ministro Boschi, pubblicherà nei prossimi giorni una Guida semplice alla riforma costituzionale in vista del referendum - Assonime sottolinea "gli effetti positivi per l'economia del buon funzionamento dei meccanismi decisionali" e…
Pil, Padoan: rivedremo al ribasso le stime

Sforbiciata in arrivo per le previsioni di crescita con la nota di aggiornamento al Def - La riduzione dell'Irpef slitta, ma "il governo continuerà a implementare tagli di spesa pubblica per finanziare la riduzione delle tasse" - Renzi: "Il Pil…
Referendum: via libera della Cassazione

Sì della Cassazione alla consultazione popolare sulla riforma costituzionale promosso dai sostenitori della legge che trasforma il Senato e il Titolo V ridefinendo i rapporti tra Stato e regioni - Ora il Governo ha 60 giorni di tempo per decidere…
Riforma Costituzione, De Bortoli sbaglia col suo NO

L'ex direttore del Corsera ammette che la riforma porterà vantaggi su semplificazione, minor conflitto tra Stato e Regioni e una corsia preferenziale per le leggi del governo ma attacca sulla scarsa rappresentanza del Senato. Argomento debole e tutto da verificare.…

Archivio per anno:

2016 2020 2021