Condividi

Il Panettone parla napoletano: un pasticciere di San Paolo Belsito vince la coppa del mondo

Salvatore Tortora si afferma su 22 pasticceri provenienti da tutto il mondo, dal Canada al Portogallo, dalla Francia all’Australia, dagli Stati Uniti alla Spagna e ovviamente dall’Italia. Parla napoletano anche il secondo classificato, a un salernitano il secondo posto. Medaglia di bronzo alla Toscana. Il premio maestro del Panettone alla memoria di Alfonso Pepe il grande maestro salernitano scomparso lo scorso anno

Il Panettone parla napoletano: un pasticciere di San Paolo Belsito vince la coppa del mondo

La coppa del mondo del panettone tradizionale è andata ad un maestro pasticciere napoletano, Salvatore Tortora, di San Paolo Belsito in provincia di Napoli. La proclamazione è avvenuta a Lugano al termine di una serrata competizione fra 22 pasticcieri provenienti da tutto il mondo, dal Canada al Portogallo, dalla Francia all’Australia, dagli Stati Uniti alla Spagna e ovviamente dall’Italia.

Salvatore Tortora ha coltivato la passione per l’arte dolciaria fin da piccolo, quando passava gran parte del suo tempo ad osservare la nonna mentre prepara i dolci per le ricorrenze. Frequenta quindi il laboratorio di Ciro Scarpato. Sarà proprio nella Pasticceria Angela, a San Sebastiano al Vesuvio, sotto la guida del Maestro che affinerà con perizia le basi della pasticceria internazionale, tra cui lo studio dei lievitati, del cioccolato, delle decorazioni in zucchero tirato e soffiato. È l’incontro con Iginio Massari a cambiargli la vita e a fare della sua Pasticceria a San Paolo Belsito un punto di riferimento dell’arte pasticciera campana. “La continua ricerca dell’eccellenza – sottolinea la motivazione della giuria – lo porta ancora oggi all’incessante sperimentazione di nuovi sapori”.



Svetta il tricolore anche sugli altri due gradini del podio. La Giuria internazionale formata da Massimo Ferrante (Italia, Presidente di Giuria vincitore della Coppa del Panettone 2019), Paco Torreblanca (Spagna, Miglior pasticciere di Spagna), Massimo Turuani (Svizzera, Presidente SMPPC), Jimmy Griffin (Irlanda, Maestro panettiere), Fabrizio Galla (Italia, Relasi dessert), Debora Massari (Italia, Tecnologa alimentare), Davide Malizia (Italia, Campione del Mondo Zucchero artistico), Gianbattista Montanari (Italia, Dimostratore Corman e esperto panettoni), Frank Dépéries (Francia, M.O.F. Boulanger), Bruno Buletti (Svizzera, Specialista panettone), Vittorio Santoro (Italia, Direttore Cast Alimenti), Roberto Rinaldini (Italia, Campione del mondo), ha assegnato infatti la medaglia d’argento al maestro pasticciere Fiorenzo Ascolese di San Valentino Torio in provincia di  Salerno e il terzo posto a Massimiliano Lunardi di Quarrata in provincia di Pistoia.

Fiorenzo Ascolese lavora nel laboratorio di famiglia, fornai per passione, che ogni giorno sforna dolci e prelibatezze. La qualità di materie prime selezionate, fantasia e dedizione sono gli ingredienti del suo mestiere per realizzare – si legge nelle motivazioni della giurria – biscotti e dolci di pasticceria fino ai panettoni e dolci natalizi, colombe pasquali e tante altre delizie per tutte le ricorrenze.

Massimiliano Lunardi è cresciuto nella bellezza della Toscana ed è amante dei meravigliosi prodotti delle regioni più belle d’Italia. Insieme al fratello ha deciso di portare la sua passione dentro un’azienda che porta il loro nome. È nata così la Fratelli Lunardi. 

Durante la premiazione è stato assegnato anche il Premio del Maestro del Panettone 2021 alla memoria di Alfonso Pepe, il grande maestro scomparso lo scorso anno, che ha contribuito a creare la storia del Panettone nel mondo. Il premio è stato ritirato dal fratello Giuseppe Pepe che insieme alla sorella mantengono viva la tradizione della pasticceria Pepe di Sant’Elgidio di Monte Albano in provincia di Salerno.

A conclusione della manifestazione. Il comitato tecnico ha annunciato la creazione del primo Club della Coppa del Mondo del Panettone che avrà sede in Italia, il primo di una lunga serie che coinvolgerà tutti i paesi concorrenti.

I FINALISTI CATEGORIA PANETTONE TRADIZIONALE

Salvatore Tortora, Marigliano (Napoli, Italia

Valerio Santi, Pizzighettone (Cremona, Italia)

Lunardi Massimiliano, Quarrata (Pistoia, Italia)

Fiorenzo Ascolese, Salerno (Italia)

Damiano Pagani, Dello (Brescia, Italia)

Gianfranco Nicolini, Porto Recanati (Macerata, Italia)

Antonio Losito, Nibionno (Lecco, Italia)

Anthony Daniele, Montréal (Québec)

Andreia Borba Coina, Setubal (Portugal)

Ermenegildo Cimmino Blainville (Canada)

Luca Danesi, Melano (Svizzera)

Gianluca Rizzo, Mobio Inferiore (Svizzera)

Arwinder Singh-Badwal, Bellinzona (Svizzera)

Ton Cortes Barcellona, (Spagna)

Adan Sáez Ventura, Riudoms (Tarragona, Spagna)

Quentin Berthonneau, Noyers sur Jabron (Francia)

Thomas Teffri-Chambelland Parigi (Francia)

Franck  Collas, Beaugency (Francia)

Joseph Settepani, Staten Island New York (USA)

Jaime Martinez, Saint Paul Minnesota (USA)

Gary Rulli Rory, San Francisco (USA)

Tatiana Coluccio, Melborun (Australia)        

Commenta