Condividi

Usa: Bannon rimosso da Consiglio sicurezza

Lo ha deciso lo stesso presidente americano Donald Trump: il consigliere per la sicurezza nazionale sarà ora soltanto uno stratega del presidente.

Usa: Bannon rimosso da Consiglio sicurezza

Il consigliere della Casa Bianca Steve Bannon è stato rimosso dal consiglio per sicurezza nazionale. Lo ha deciso il presidente americano Donald Trump che ha lasciato tuttavia a Bannon l’incarico di suo stratega. A gennaio Trump aveva deciso, con una scelta inusuale, di inserire nel National Security Council Bannon, guru dell’alt-right ed ex responsabile del sito news di destra Breitbart, considerato uno degli artefici della vittoria del miliardario alle presidenziali. L’inaspettato rimpasto nell’amministrazione presidenziale ha toccato anche il consigliere per la Sicurezza Interna Tom Bossert, che è stato degradato.

La scelta era stata molto criticata dai repubblicani e dai democratici: temevano che Bannon, ex capo della campagna elettorale di Trump, potesse politicizzare le decisioni sulla sicurezza nazionale. A sollevare il problema a gennaio era stato un gruppo di cinque parlamentari democratici della Camera, sostenendo che si trattava di una scelta “pericolosa” per gli Stati Uniti. L’allontanamento di Bannon segna una vittoria per il generale H. R. McMaster, succeduto nel ruolo di Consigliere per la Sicurezza Nazionale al generale Michael Flynn, che si era dimesso il 13 febbraio dopo essere stato travolto dal Russiagate per aver mentito al vicepresidente Mike Pence e all’Fbi sui suoi contatti illegali con l’ambasciatore russo Serghey Klyaski.



Commenta