Condividi

Nizza: ancora 20 dispersi italiani

Scende il numero dei dispersi, ma resta alta l’angoscia dei familiari che ancora non hanno ritrovato i propri cari

Nizza: ancora 20 dispersi italiani

E’ stata la figlia a ritrovare in ospedale Marinella Ravotti, la 55enne di S.Michele Mondovì di cui si erano perse le notizie. E’ ricoverata al ‘Pasteur’ in Rianimazione. Appena un piano sotto c’era il marito, Andrea Avagnina, anche lui ricoverato. Ha subito numerosi traumi e anche il viso è tumefatto, la figlia Beatrice l’ha riconosciuta dagli anelli. A renderlo noto all’ANSA è una cugina della donna ferita.

“Mia madre era ricoverata, all’ospedale Pasteur, un solo piano sotto dove c’è mio padre e nessuno me lo aveva detto”, ha detto la figlia Beatrice Avagnina, la figlia di Marinella Ravotti, ai microfoni di ‘Dalla Vostra Parte’, il quotidiano di approfondimento del Tg4. “Mi hanno fatto fare l’esame del Dna – ha raccontato – per compararlo con le persone decedute e non ancora identificate”. Intanto si è appreso che Andrea Avagnina domenica sarà sottoposto a un intervento chirurgico.



Sono scesi a una ventina gli italiani ancora da rintracciare dopo l’attentato di giovedì scorso sulla Promenade des Anglais. Lo ha precisato il console generale a Nizza, Serena Lippi, che con altri funzionari sta incrociando i vari elenchi delle persone di cui non si avevano più notizie. In particolare sono una decina i casi nei quali i familiari stanno segnalando insistentemente la scomparsa dei propri cari. Le autorità francesi hanno precisato che, per non ripetere errori come è successo dopo il terribile attentato al Bataclan di Parigi, si procede con molta accuratezza all’identificazione delle salme, attraverso l’esame del Dna. Pertanto, finché non sono completate le analisi non viene reso noto il nome delle vittime e questa procedura comporta tempi più lunghi.

Scende il numero dei dispersi, ma resta alta l’angoscia dei familiari che ancora non hanno ritrovato i propri cari.

I familiari non hanno notizie della coppia di Voghera (Pavia): Angelo D’Agostino, 71 anni, e la moglie Gianna Muset, 68 anni, a quanto si è appreso si trovavano sulla Promenade des Anglais per assistere allo spettacolo dei fuochi d’artificio organizzato per la festa nazionale francese. D’Agostino è un ex dipendente della ditta Ledeen; è andato con la moglie in Costa Azzurra per festeggiare la pensione. Il figlio Massimiliano non ha loro notizie da quella tragica sera.

A Nizza risiedono oltre 30mila italiani, oltre a quelli che si trovano là in vacanza.

La Farnesina “invita i connazionali presenti a Nizza ad evitare spostamenti ed a seguire le indicazioni delle Autorità locali”. L’avviso è pubblicato sul sito di Viaggiare Sicuri, in cui si specifica che per emergenze si può contattare il Consolato Generale d’Italia a Nizza al n. 0033 (0) 768054804. Le Autorità francesi hanno attivato il seguente numero telefonico ove è anche possibile chiedere informazioni: +33 (0) 1 43175646.

Commenta