Condividi

Nizza: gli italiani dispersi sono 31

Continuano le verifiche da parte dell’Unità di Crisi della Farnesina e del consolato di Nizza: sono 31 gli italiani di cui non si hanno ancora notizie – In altri tre sono ricoverati in ospedale.

Nizza: gli italiani dispersi sono 31

Si lecca ancora le ferite Nizza dopo il terribile attentato di giovedì sera, costato la vita ad almeno 84 persone, di cui 10 bambini, e con oltre 200 feriti ancora ricoverati in ospedali, molti dei quali in condizioni critiche. Tra questi, secondo quanto si apprende da fonti della Farnesina, si registrano tre connazionali, di cui due gravi.

Continuano comunque le verifiche da parte dell’Unità di Crisi e del consolato di Nizza: sono ancora 31 infatti gli italiani di cui non si hanno ancora notizie. È stato trovato dai familiari, ricoverato all’ospedale Pasteur di Nizza in gravissime condizioni, Andrea Avagnina, 53 anni, consigliere comunale di S.Michele di Mondovì (Cuneo). Ma manca all’appello la sua compagna, Marinella Ravotti. “Sono in contatto con prefettura ma ancora non ci sono le liste di feriti e vittime – spiega la console italiana a Nizza, Serena Lippi – Non si riescono ancora a rintracciare molti italiani, che quindi risultano al momento dispersi. Ma bisogna non perdere la calma. Nella calca di giovedì sera sulla Promenade des Anglais – aggiunge – molti hanno perso il cellulare e c’è chi non è riuscito a rientrare a casa e ha trascorso la notte fuori. Lavoriamo a stretto contatto con la Farnesina e da Parigi è in arrivo l’ambasciatore italiano”.



Intanto l’invito ai connazionali presenti a Nizza è quello di evitare spostamenti e seguire le indicazioni delle Autorità locali. L’avviso è pubblicato sul sito di Viaggiare Sicuri, in cui si specifica che per emergenze si può contattare il Consolato Generale d’Italia a Nizza al n. 0033 (0) 768054804. Le Autorità francesi hanno attivato il seguente numero telefonico ove è anche possibile chiedere informazioni: +33 (0) 1 43175646.

Commenta