Condividi

Codice digitale, le Pa dovranno accettare tutti i pagamenti elettronici

Il nuovo codice dell’amministrazione digitale prevede che siano accettati anche i pagamenti via sms con credito telefonico – Introdotto il concetto di neutralità dei sistemi di pagamento: ammesse tutte le carte.

Codice digitale, le Pa dovranno accettare tutti i pagamenti elettronici

Le Pubbliche Amministrazioni dovranno accettare ogni qualunque di pagamento elettronico, anche  quelli via sms con credito telefonico. Sono queste le novità in maniera di pagamenti apportate dal nuovo Codice dell’amministrazione digitale, approvato in via definitiva dal Consiglio dei ministri.

Nelle nuove norme è stato introdotto il concetto di neutralità dei sistemi di pagamento verso la PA, ammettendo ogni carta, anche quelle, sempre più diffuse, dei circuiti internazionali. Questa norma potrà essere applicata in maniera immediata.

L’altra novità principale è quella dell’accettazione dei micropagamenti via sms e con credito telefonico, verso la PA, che andrà coordinata con il recepimento della nuova direttiva sui pagamenti elettronici PSD2. In questo caso bisognerà prima adeguare tutti i sistemi degli operatori mobili.

Inoltre, nel Cad viene indicata per la prima volta una piattaforma specifica per i pagamenti, PagoPA. Il prossimo passo, secondo il Pd Sergio Boccadutri, è quello dell’eliminazione delle commissioni sui pagamenti.

Commenta