Condividi

Meteo, allerta maltempo al Nord e in Calabria: prove d’autunno

Un’ondata di maltempo si sta abbattendo su quasi tutta l’Italia, da Nord a Sud, con piogge intense, venti forti, mareggiate e un brusco calo delle temperature (fino a 10 gradi in meno) – Secondo la Protezione civile le aree più a rischio sono il Nord-Est, la Lombardia, la Calabria e in generale le regioni orientali – A Genova paura per il ponte Morandi: sospese le operazioni (VIDEO).

Meteo, allerta maltempo al Nord e in Calabria: prove d’autunno

Continuano gli effetti della perturbazione atlantica che dalla serata di venerdì e per tutto il fine settimana interesserà gran parte del Nord Italia con temporali anche di forte intensità e violente grandinate, in particolare sui settori centro-orientali, per poi estendersi anche alle regioni centrali del versante adriatico, portando quasi ovunque a un calo netto delle temperature. In alcune regioni saranno le prove generali dell’autunno, con il termometro che segnerà fino a 10 gradi in meno rispetto agli ultimi giorni. Anche al Sud, dove piove già da qualche giorno, insiste ancora un’area depressionaria. Un miglioramento generale si avrà tra domenica e lunedì, col ritorno del sole soprattutto al Centro-Nord e con le temperature che continueranno ad essere piacevoli, con le massime comprese tra i 24 e i 29 gradi, un po’ ovunque da Nord a Sud.

 

Ma prima c’è da superare la tempesta di fine estate, per la quale venerdì sera il Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con le regioni coinvolte, che sono diverse, soprattutto al Nord e sul versante adriatico (ma anche la Calabria), ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse: i fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche. Inizialmente la situazione più critica è segnalata su PiemonteLombardiaVenetoFriuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna, con apporti elevati e puntualmente anche molto elevati, specie sui settori nord-orientali, e con possibile nevicate in montagna, già intorno ai 1.800-2.000 metri. L’allerta di livello giallo è scattata in quasi tutto il Paese, ma nel Triveneto e in Lombardia è di livello arancione, così come in Calabria. Previsti anche mareggiate e venti di fortissima intensità da Nord (il maestrale sul versante tirrenico, la bora su quello nord-orientale). A Genova in virtù del maltempo sono sospese per ragioni di sicurezza le operazioni sul ponte Morandi (in Liguria, comunque, l’allerta è di livello giallo).

Commenta