Condividi

Crisi, Conte verso le dimissioni: la maggioranza non c’è

I numeri per puntellare l’attuale Governo non si trovano e il premier si appresta a salire al Quirinale per dimettersi nelle mani del Presidente della Repubblica – Dimissioni-lampo per tentare la formazione del Governo Conte-ter – Zingaretti: “Sosteniamo Conte ma per ora i numeri non ci sono” – La situazione resta molto incerta e Conte è in bilico

Crisi, Conte verso le dimissioni: la maggioranza non c’è

“Noi sosteniamo Conte ma i numeri non ci sono” : è il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, a dirlo dopo che l’Udc si è sfilata almeno per ora dal fronte dei cosiddetti “responsabili”. Ed è per questo che il premier Giuseppe Conte si appresta a salire al Quirinale per informare il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sullo stato della crisi politica. Conte sta pensando a dimissioni-lampo, da rimettere nelle mani del Capo dello Stato nelle prossime ore ma certamente prima della prova della verità di mercoledì in Parlamento sulla relazione annuale sulla Giustizia del discusso ministro grillino Alfonso Bonafede. Secondo le ultime indiscrezioni, il premier salirà al Quirinale per le dimissioni martedì mattina dopo una rapida riunione del Consiglio dei ministri.

La speranza di Conte è di ottenere un reincarico-lampo per dar vita a un Governo Conte-ter ma non sarà facile, perché per ora non ha una maggioranza solida che gli permetta una navigazione sicura di fronte all’emergenza pandemica – che si va complicando per ritardi delle case farmaceutiche nella consegna dei vaccini – e di fronte all’implementazione del Recovery Plan che oggi è stato aspramente criticato anche da Confindustria soprattutto per l’irrisolto problema della governance.



Ma il nodo politico centrale resta il rapporto tra Conte, il Pd e i Cinque Stelle da una parte e Italia Viva di Matteo Renzi dall’altro. Rispetto ai giorni scorsi sia nel Pd che nei Cinque Stelle sembra prevalere un maggior realismo e cioè la consapevolezza che, senza una riconciliazione con Matteo Renzi, difficilmente si riuscirebbe a dar vita a una maggioranza solida e, in assenza di questo chiarimento, anche la permanenza di Conte a Palazzo Chigi tornerebbe in forse.

Ma la situazione resta molto incerta e tutto può ancora succedere, anche che si arrivi a cambiare il premier.

One thought on “Crisi, Conte verso le dimissioni: la maggioranza non c’è

Commenta