Condividi

Crisi, Ue: dal 2007 chiusa un’azienda manifatturiera su 5 in Italia

La commissione europea rivela gli effetti della crisi sulla manifattura italiana: dal 2007 ad oggi chiuso il 19% delle aziende, mentre la produzione complessiva ha registrato una flessione del 24,5% – I settori più colpiti farmaceutica, tessile, pellame e abbigliamento.

Crisi, Ue: dal 2007 chiusa un’azienda manifatturiera su 5 in Italia

Dal 2007 ad oggi un’azienda manifatturiera su cinque ha chiuso, mentre la produzione è complessivamente crollata del 24,5%. A rivelarlo è la Commissione europea nella scheda sull’Italia contenuta nel rapporto sulla competitività dei paesi Ue. Tra i settori più colpiti spiccano farmaceutica, tessile, pellame e abbigliamento, mentre il settore in cui il potenziale produttivo resta più lontano dai livelli precrisi è quello automobilistico.

In calo, oltre alla produttività, anche il costo del lavoro, mentre dal 2011 “l’export ha rappresentato l’unico elemento capace di contribuire positivamente alla crescita. La recessione ha lasciato il segno sull’industria italiana”. In generale, “il potenziale del settore manifatturiero italiano è all’incirca un 15 % al di sotto dei livelli anteriori alla crisi”



Commenta