Condividi

Lombardia: export da record, occupazione meglio del 2008

Nel 2017 secondo Assolombarda le esportazioni regionali hanno raggiunto un nuovo record a 120 miliardi di euro – Saldo degli occupati in positivo rispetto ai livelli pre-crisi – Il contributo maggiore viene dall’area di Milano, Lodi, Monza e Brianza.

Lombardia: export da record, occupazione meglio del 2008

La domanda estera è stata il traino della recente accelerazione milanese e lombarda: nel 2017 le esportazioni regionali hanno raggiunto un nuovo record a 120 miliardi di euro, +7,5% rispetto al 2016 (anno con un magro +0,6%). Lo rivela il numero di aprile del Booklet Economia, pubblicato da Assolombarda e Confindustria Monza e Brianza.

La dinamica della Lombardia risulta tra le migliori nel confronto nazionale e europeo e riflette andamenti positivi di tutte le province e di tutti i settori manifatturieri. Più nel dettaglio, il contributo maggiore viene dall’area di Milano, Lodi, Monza e Brianza (+8,5% annuo). Tra i comparti, spiccano ancora farmaceutica (+25,2%), alimentare (+17,0%) e metalli (+9,0%), ma anche per andamento più recente automotive, elettronica e gomma/plastica.



Le prospettive per i prossimi mesi sono positive, come testimoniano gli indici di fiducia del manifatturiero, del terziario innovativo e dei consumatori del nostro territorio. La fiducia in crescita dei consumatori riflette il buon andamento del mercato del lavoro: nel 2017 il saldo degli occupati rispetto al pre crisi raggiunge in Lombardia quota +125 mila e, dopo nove anni, anche il tasso di occupazione (67,3%) supera il livello del 2008 (66,9%). Continua il trend positivo dell’occupazione femminile, cui si unisce un saldo finalmente attivo anche per gli uomini, e dei lavoratori più istruiti. A crescere di più è in particolare l’occupazione a tempo determinato. Nonostante i miglioramenti, permane lo squilibrio generazionale: il saldo positivo di 125 mila occupati è il risultato di -505 mila under 44 e +631 mila over 45.

Infine sul fronte del credito, nel terzo trimestre 2017 i prestiti bancari alle imprese lombarde sono sostanzialmente stabili (-0,1%) rispetto al 2016. Crescono i prestiti all’industria (+1,5%) e ai servizi (+0,6%), e alle imprese sopra i 20 addetti (+0,3%). Al contrario, continuano a diminuire i prestiti alle costruzioni (-5,9%) e alle imprese più piccole (-3,0%).

Leggi l’intero Booklet.

Commenta