Condividi

Competitività, la classifica: Lombardia prima

In base ad un’analisi effettuata dalla Commissione Europea la Lombardia è la Regione più competitiva d’Italia, anche se a livello continentale si situa solo al 143esimo posto – Ecco la classifica completa delle Regioni italiane.

Competitività, la classifica: Lombardia prima

La Lombardia è la prima Regione italiana per competitività, il che (diciamocelo) non è una sorpresa per nessuno data la crescita e i successi di cui è stata protagonista nel corso degli ultimi anni. A confermare il primato è la Commissione europea che ha pubblicato i risultati per il 2016 basati su una serie di indicatori.

La brutta notizia però è che a livello continentale, nella classifica guidata dall’area di Londra e dominata per l’ultimo anno prima della Brexit dal Regno Unito, la Lombardia si situa solo al 143esimo posto.



L’analisi effettuata da Bruxelles prende in considerazione diversi indicatori di crescita, quali l’innovazione, la “business sophistication”, la preparazione tecnologica, le dimensioni del mercato, l’efficienza del mercato lavoro, l’istruzione e formazione superiore e di base, la salute, le infrastrutture, la stabilità macroeconomica e le istituzioni.

Tornando in Italia dunque, tenendo in considerazione tutti questi fattori volti a determinare la competitività delle varie Regioni, la Lombardia continua a non avere rivali, ma un ottimo secondo posto viene conquistato dalla Provincia autonoma di Trento, seguita dal Lazio (che nell’Ue si situa invece al 156).

Medaglia di Legno per l’Emilia Romagna. Seguono le altre regioni del Nord e del Centro. A chiudere la classifica, molto staccate rispetto alle più nordiche sorelle, le Regioni del Sud, con Basilicata, Campania Sardegna, Puglia e Calabria. Chiude la classifica, la Sicilia.

Di seguito, ecco la classifica completa delle Regioni italiane in relazione alla competitività:

  1. Lombardia,
  2. Provincia autonoma di Trento,
  3. Lazio,
  4. Emilia Romagna (157 in Ue), Provincia autonoma di Bolzano ( 160 in Ue),
  5. Friuli-Venezia Giulia (162 in Ue),
  6. Piemonte (163 in Ue),
  7. Liguria (167 in Ue),
  8. Veneto (169 in Ue),
  9. Toscana (172 in Ue)
  10. Umbria (175 in Ue),
  11. Valle d’Aosta (177 in Ue),
  12. Marche (180 in Ue),
  13. Abruzzo (198 in Ue),
  14. Molise (209 in Ue),
  15. Basilicata (226 in Ue),
  16. Campania (228 in Ue),
  17. Sardegna
  18. Puglia (233 in Ue),
  19. Calabria (235 in Ue),
  20. Sicilia (237 in Ue).

Commenta