Condividi

Banco Popolare chiude 112 filiali dopo rosso di 122 mln

Pesano sui conti dei nove mesi i maggiori oneri per favorire l’uscita di 330 persone nel 2015 (67,6 milioni) e le rettifiche sui crediti.

Banco Popolare chiude 112 filiali dopo rosso di 122 mln

Banco Popolare archivia i primi 9 mesi dell’anno con perdite per 122 milioni di euro, contro l’utile di 165 milioni registrato nello stesso periodo dell’anno scorso. L’istituto fa sapere inoltre che entro fine anno chiuderà 112 filiali entro fine esercizio “per eliminare sovrapposizioni e migliorare il posizionamento competitivo riducendo i costi”. 

Sul rosso del periodo gennaio-settembre pesano i maggiori oneri per 67,6 milioni per favorire l’uscita di 330 persone nel 2015, come previsto nell’accordo con le organizzazioni sindacali. La perdita deriva anche dai prestiti a rischio con le rettifiche di valore su crediti che sono state pari a 1,065 miliardi (contro i 685 milioni dello stesso periodo del 2013) e a 445 milioni nel solo terzo trimestre, in crescita rispetto ai 292 milioni del secondo trimestre e a fronte di una previsione di mercato limitata a 300 milioni. 



Quanto agli aggregati patrimoniali, la raccolta diretta è scesa del 5% rispetto a fine 2013 a 85,5 miliardi, mentre gli impieghi lordi si sono attestati a 89,9 miliardi (-1,8%). Le esposizioni nette deteriorate sono salite del 6,6% rispetto alla fine del 2013 a 14,9 miliardi (+14,8% su base annua). Il Banco segnala comunque il rafforzamento del rapporto di copertura dell’intero aggregato che, includendo gli stralci, si attesta al 38,4%. 

Nel dettaglio, la copertura delle sofferenze è al 54,3%, quella degli incagli al 18,1%, quella dei ristrutturati al 22,5% e quella degli scaduti al 7%. Il coefficiente common equity tier 1 calcolato con la parziale applicazione delle regole di Basilea 3 e’ pari al 13,7% e sale 13,9% considerando anche gli impatti dell’incorporazione di Banca Italease. Il coefficiente calcolato invece con l’integrale applicazione delle nuove regole si attesta all’11,9%.

Commenta