Condividi

Amazon assume 1.400 persone per 2 nuovi centri in Italia

Il colosso dell’e-commerce apre due nuovi centri in provincia di Rovigo e di Roma – 140 milioni di investimento – Ecco le posizioni aperte e come candidarsi

Amazon assume 1.400 persone per 2 nuovi centri in Italia

Amazon torna a investire sull’Italia e annuncia l’apertura di due nuovi centri di distribuzione per i quali avrà bisogno di dipendenti: 1.400 le assunzioni previste. I due stabilimenti saranno operativi già entro la fine del 2020 e richiederanno da parte del colosso mondiale dell’e-commerce un investimento di 140 milioni di euro.

Due i siti individuati: il primo sarà nel comune di Castelguglielmo e San Bellino, a 25 Km da Rovigo. Il secondo si troverà invece a Colleferro, nella città metropolitana di Roma.

«Siamo orgogliosi ed entusiasti di espandere la nostra attività con due nuovi centri di distribuzione nel Veneto e nel Lazio», ha commentato il vicepresidente Amazon Operations in Europa, Roy Perticucci, ricordando che proprio quest’anno la società di Jeff Bezos festeggia il suo decimo anniversario in Italia.

Ma passiamo ai posti di lavoro. Amazon ha annunciato la creazione di “1.400 posti di lavoro a tempo indeterminato entro tre anni dall’apertura, che si aggiungeranno ai 6.900 dipendenti attualmente impiegati da Amazon in Italia”.

Nel dettaglio serviranno 900 dipendenti per il centro di Castelguglielmo e San Bellino, 500 per il secondo magazzino di Colleferro.

Le assunzioni, lo sottolineiamo, saranno effettuate entro il 2023, ma le candidature sono già aperte.

Per il sito di Castelguglielmo, Amazon cerca manager, tecnici, informatici, ingegneri, specialisti in Risorse Umane e via dicendo. Per candidarsi sarà necessario andare sul sito Amazon Job, nella pagina dedicata al centro di Castelguglielmo e San Bellino e seguire la procedura indicata.

Posizioni e meccanismo simile anche per lo stabilimento di Colleferro.

In estate cominceranno invece le selezioni per gli operatori di magazzino per i quali è previsto un inquadramento al quinto livello del CCNL della Logistica e dei Trasporti.

Commenta