Condividi

Wall Street non si ferma più e Buffett sbarca a Piazza Affari

Anche ieri Wall Street ha collezionato nuovi record e a sorpresa Warren Buffett compra il 9% della Cattolica Assicurazioni e ne diventa il primo azionista – Le banche catalane scelgono Madrid e la Bolsa spagnola recupera – Nintendo superstar a Tokyo – Elkann seduce gli investitori – Telecom Italia riparte

Wall Street non si ferma più e Buffett sbarca a Piazza Affari

Benvenuto Warren. Per Warren Buffett un investimento di 115 milioni di euro è, per dirla in gergo Usa, peanuts ovvero una quisquilia. Ma la notizia che il più noto ed abile investitore del pianeta abbia deciso di far rotta sull’Italia ha per noi valore epocale. Fa impressione, poi, che per la prima volta nel Bel Paese il saggio di Omaha abbia scelto un asset in arrivo da una delle disavventure bancarie nostrane. Berkshire Hathaway è infatti diventato il primo azionista di Cattolica Assicurazioni acquistando il 9,047% dai liquidatori della Banca Popolare di Vicenza. Un bel segnale mentre infuria la polemica con la Vigilanza Ue sulle nuove regole sui non performing loans.   

Al proposito, Reuter rivela che la misura sugli npl dovrebbe inquadrarsi all’interno di uno schema di garanzia europeo per i depositi bancari più soft del previsto per ottenere il sostegno della Germania: lo schema di garanzia, conosciuto come Edis, potrebbe inizialmente dare sostegno solo per i depositi di banche fallite per poi estendersi a fronte di una sufficiente riduzione delle sofferenze da parte delle banche. Al solito, il percorso europeo è contorto e quasi imperscrutabile al di fuori delle segrete stanze. Matteo Renzi ha giudicato il piano d Francoforte sugli npl un “suicidio” che farà fallire altre banche. 
 
NINTENDO SUPERSTAR A TOKYO. BANCHE RECORD A HONG KONG 

Il Toro galoppa, sia in America che in Asia. La Borsa di Hong Kong ha riaperto dopo quattro giorni di chiusura per festività: l’indice Hang Seng sale dello 0,4% ai massimi dalla crisi del 2008. A spingere il listino le azioni delle banche cinesi +2% in attesa che lunedì riaprano i battenti le Borse del Drago dopo una settimana di vacanza. 

Salgono anche Seoul e Sidney, entrambi +0,9%. La Borsa Tokyo +0,4% si avvia a chiudere la settimana con un rialzo dell’1,6%. In grande evidenza Nintendo +3%: le vendite mensili della consolle Switch sono salite a 2 milioni di unità al mese. L’indice BSE Sensex di Mumbai avanza dello 0,3 .

Le Borse Usa sfornano record storici a ripetizione. L’indice S&P 500 +0,56% ha ritoccato il primato storico per la sesta volta consecutiva: è la striscia consecutiva più lunga dal 1997. In ascesa anche il Dow Jones +0,56% ed il Nasdaq +0,78%. Positiva anche il Russell 2000, l’indice delle Pmi, +0,3% .
  
OGGI IL DATO SUL MERCATO DEL LAVORO USA, BOOM DI NETFLIX 

?Il rendimento del Treasury Bill a 10 anni è salito a 2,35% da 2,33%. Ieri il governatore della Federal Reserve di San Francisco, John Williams, ha dato come probabile, vista la spinta economica in atto, un rialzo del costo del denaro prima della fine dell’anno. Piace alle banche la conferma di Randall Quarles come responsabile Fed per il settore. Quarles è favorevole ad accelerare la deregulation del credito. 
 
Il dollaro si è apprezzato, spingendo il cambio euro dollaro sui minimi da luglio a 1,170. Stamattina il cross euro dollaro è 1,1686. 
L’economia continua a tirare, come ha mostrato ieri la ripartenza più forte del previsto dei beni d’investimento. Oggi è atteso Il dato sull’occupazione previsto per le 14,30 (ora italiana). Tra le società spicca l’avanzata di Netflix +5,4% che ha annunciato un aumento dei prezzi di abbonamento mensili (da 1 a 2 dollari). 
 
PUTIN VA IN ARABIA. IN RALLY SAIPEM E SARAS 

Il petrolio Brent è piatto a 57 dollari, dal +2,1% di ieri. Nel Golfo del Messico, l’arrivo dell’uragano Nate, ha spinto alcune compagnie petrolifere ad evacuare impianti e piattaforme. E’ in corso da ieri sera la storica visita di Re Salman a Mosca. Nella conferenza stampa congiunta Vladimir Putin, ha annunciato che andrà in visita in Arabia Saudita. A Piazza Affari ha preso il volo Saipem +2,6%. Eni +1%. Saras sale dell’1,98%. 
 
LE BANCHE CATALANE SCELGONO MADRID, LA BOLSA RECUPERA  
 
Il rimbalzo della Borsa di Madrid assieme alla spinta in arrivo da Wall Street ha restituito il buonumore ai mercati del Vecchio Continente. Stasera, a Borsa chiusa, verrà annunciato l’aggiornamento del rating Italia di Moody’s. La Borsa di Milano ha preso velocità nel pomeriggio, a mano a mano che arrivavano segnali ritenuti confortanti dalla Spagna. Piazza Affari ha chiuso così sui massimi della seduta: indice Ftse Mib +0,4% a 22.543 punti. 

Più modesto il guadagno di Parigi +0,3%, Piatta Francoforte -0,02%, in linea con il fresco record storico. L’indice Ftse 100 di Londra sale dello 0,3%, mentre la sterlina arriva al sesto giorno consecutivo di ribasso rispetto all’euro. Lo sfortunato discorso di ieri di Theresa May ieri al congresso del Partito Conservatore, non è stato solo un disastro mediatico ma, secondo il Telegraph, ha spinto una trentina di parlamentari conservatori a chiedere le dimissioni. Al centro delle attenzioni c’è stato il robusto rimbalzo della Bolsa di Madrid +2,9% in forte accelerazione nelle ultime battute.   
 
La Corte Costituzionale della Spagna ha sospeso la?sessione del Parlamento catalano di lunedì 9 ottobre, convocata per esaminare l’esito del referendum ed eventualmente dichiarare l’indipendenza della Catalogna su ricorso del Partito Socialista della Catalogna, che si oppone alla secessione. 

Il Banco de Sabadell, una delle principali banche catalane, ha intanto convocato l’assemblea per spostare la sede ad Alicante, in Castiglia, per scongiurare i rischi legati ad un’eventuale secessione, primo fra tutti l’accesso al sistema della Bce. Altre grandi banche con sede a Barcellona sono pronte a seguire l’esempio. 
 
L’euro intanto scivola sull’euro su livelli che non si vedevano da fine luglio, sotto 1,17. Dai verbali dell’ultima riunione del board della Bce emerge che i banchieri partecipanti hanno parlato della possibilità di modificare il piano di acquisti previsto dal QE. Tra gli scenari presi in considerazione, quello di un orizzonte più lungo degli acquisti con una maggiore riduzione del ritmo mensile (ora pari a 60 mld euro/mese) e quello di un prolungamento più breve con acquisti mensili più consistenti. 
 
RECUPERANO BTP E BONOS. EURO SOTTO 1,17 SUL DOLLARO 
 
Rimbalza il mercato obbligazionario italiano sulle voci di dissenso tra i leader separatisti catalani. Intorno alle 17,20 il tasso del decennale italiano è sceso a 2,201% da 2,231% di mercoledì, quando era salito fino a 2,263%, massimo da metà luglio. Lo spread con l’analoga scadenza del Bund si è ridotto a 175 punti base contro i 183 della vigilia, il livello più alto da inizio giugno. In netta discesa anche il differenziale tra carta spagnola e tedesca nel tratto a 10 anni, portatosi a 125 punti (da 133). base da 133 punti della vigilia.   
 
EXOR, JOHN ELKAN AMMALIA GLI INVESTITORI 

A piazza Affari è salita alla ribalta Exor +4,1% a 55,85 euro) nel giorno dell’Investor Day: la presentazione a detta di un esperto è piaciuta molto al mercato. John Elkann, presidente e ad della holding, ha detto che Partner Re, la società acquisita nella primavera 2016, chiuderà l’anno in utile malgrado una stagione difficile punteggiata da uragani e altri eventi atmosferici che hanno colpito soprattutto il Nord America. Buone notizie anche sul futuro ruolo di?Sergio Marchionne, che una volta lasciate le cariche?operative in Fiat Chrysler manterrà il suo impegno nella holding. Non si escludono acquisti di azioni proprie, a meno che non vengano individuati nuovi investimenti.

Rallenta Fiat Chrysler -0,7%.; l’azienda ha comunicato alle organizzazioni sindacali un nuovo periodo di cassa integrazione per i lavoratori della linea della Maserati Levante e del reparto presse dello stabilimento di torinese di Mirafiori. In grande evidenza Pirelli + 3,7% a 6,71 euro che si è riportata sopra il prezzo di collocamento di 6,5 euro. 
 
BANCHE IN RECUPERO, TENGONO I BIG 

Il comparto bancario ha chiuso appena sopra la parità una seduta agitata da forti vendite nella prima parte della giornata. Tengono banco le nuove regole della Bce sugli Npl. Ancora pesanti le perdite di Ubi Banca -2%, seguita da Bper -1,7%. Recupera nel finale invece Banco Bpm riducendo il calo a -0,2%. Positive Intesa +0,2% e Unicredit +0,46%. Da segnalare il tracollo di Creval – 10,6% dopo il downgrade di Moody’s e la decisione di Intermonte di ridurre la raccomandazione sul titolo a ‘neutral’. 
 
RIPARTE TELECOM, ENEL E ATLANTIA NON SOFFRONO LA SPAGNA 

Telecom Italia ha messo a segno un rialzo dell’1,05% a 0,769 euro con volumi consistenti (pari allo 0,735% del capitale) nella giornata in cui la Guarda d Finanza, in missione a Parigi, ha perquisito la sede di Vivendi nell’ambito dell’inchiesta per aggiotaggio aperta dopo le accuse di Mediaset. Il presidente esecutivo di?Telecom Italia, Arnaud de Puyfontaine, ha dichiarato all’EY Capri digital summit 2007 di “non avere pregiudizi su niente, neppure sullo scorporo della rete”. Ma un portavoce del gruppo?ha chiarito in seguito che la separazione della rete? non è in agenda.  

Nel paniere principale da segnalare ancora: 
Giornata positiva per le utility. Sale Enel +1,8%, impermeabile alle vicende spagnole. Snam +1,5%. Fa eccezione A2A -1%. La società è pronta a salire al 40% di Acsm Agam, l’utility della Brianza, dall’attuale 25%. Atlantia +1,8%. Battuta d’arresto nel lusso per Salvatore?Ferragamo?-2%?e?Yoox Net a Porter -1,4%. Tod’s -0,09% dopo un avvio positivo. In pochi giorni il titolo ha ricevuto tre bocciature. Ieri RBC ha ridotto il target price a 52 euro da 53 euro, confermando la raccomandazione Underperform. Pochi giorni addietro Kepler ha ridotto la raccomandazione a Reduce (alleggerire) da Hold. Target giù a 54 euro da 58 euro. HSBC ha deciso di tagliare il target price a?58 euro da 60 euro, confermando il giudizio Hold.
 
BRILLA FILA, ECCELENZA MADE IN ITALY 

Nel resto del listino: 
Brilla Fila +6,10% a 20 euro, nuovo record storico. La multinazionale tascabile, leader nel settore del colore, è stata inclusa tra le 22 società selezionate per far parte del nuovo indice Italian Listed Brands, che raccoglie le eccellenze del Made in Italy.?Nel nuovo listino saranno incluse, tra le altre, Ferrari, Brembo, Ferragamo, Technogym e la neo-quotata Pirelli. Balzo di ??Rai Way?+8,23% a 5 euro. Banca Imi ha confermato la raccomandazione add e il prezzo obiettivo a 5,1 euro ponendo l’accento sulla possibile cessione di Persidera, la società di multiplex di Telecom. Gli esperti pensano che l’operazione possa innescare il consolidamento del settore.

Commenta