Condividi

Mps in forte recupero, traina i bancari

La banca senese quota in rialzo fino al +11% – In rialzo le banche e l’indice di settore in una giornata dominata dai recuperi anche del Ftse Mib che viaggia a +1,18%.

Mps in forte recupero, traina i bancari

Mps è in forte recupero a Piazza Affari dopo dopo lo scivolone (-14%) di ieri: i titoli dell’istituto senese fanno segnare la migliore prestazione tra le blue chip guadagnando fino all’11% a metà giornata, oltre i 19 euro per azione (poi +9,6% a metà pomeriggio, a 18,9 euro).

Ieri, lunedì, è partita la conversione volontaria dei bond subordinati in azioni dell’istituto e Mps ha incassato l’adesione di Generali: il cda della compagnia ha infatti “valutato favorevolmente” l’operazione. Secondo le indiscrezioni di stampa, Generali detiene circa 400 milioni di bond Mps, ammontare che, post conversione, si tradurrebbe nell’8% del capitale dell’istituto senese.

Nonostante l’ok di Generali, alcuni analisti continuano a sottolineare i rischi collegati al capital plan di Mps. “Riteniamo che l’execution risk del piano sia alto”, notano gli analisti di Banca Imi, mentre gli esperti di Banca Akros sottolineano che una vittoria del “no” al referendum costituzionale potrebbe rendere più difficile la ricapitalizzazione dell’istituto, aumentando la probabilità di applicazione delle regole di “bail-in”. Quanto a Generali (+0,35% in Borsa), Akros rileva che la decisione di convertire i bond in azioni “aumenterà potenzialmente la rischiosita’ degi asset”, anche se l’operazione “potrebbe essere positiva nel lungo termine, se e solo se la banca sarà rilanciata”. Banca Imi, d’altra parte, vede “un potenziale problema” sul business bancassicurativo, dato che”‘Mps sta rinegoziando l’accordo con Axa”. L’ingresso di Genrali con l’8% nel capitale potrebbe in effetti porre problemi di conflitto d’interesse rispetto all’intesa con Axa.

Commenta