Condividi

Maltempo: a Roma paura passata, l’allarme si sposta verso Sud

A Roma continua a piovere ma l’allarme più grave è rientrato – Ecco i territori più a rischio e i Comuni che hanno chiuso le scuole in Toscana, Campania, Calabria e Sicilia.

Maltempo: a Roma paura passata, l’allarme si sposta verso Sud

L’allarme maltempo si sposta lentamente dal Nord a Sud Italia, mentre la pioggia su Roma – pun continuando – non desta più particolari preoccupazioni. Secondo la Protezione Civile le zone dove il meteo crea più pericoli sono le seguenti: bacino Veneto del Livenza, Friuli Venezia Giulia, Umbria, bacino toscano dell’Albegna, Lazio meridionale e parte del Molise, Calabria, buona parte della Basilicata, Puglia meridionale e gran parte della Sicilia.

TOSCANA



Terzo giorno di scuole chiuse per l’emergenza maltempo in Maremma, in particolare a Manciano, Monte Argentario, Capalbio, Orbetello, Magliano in Toscana e Pitigliano.

CAMPANIA 

Scuole chiuse a Sarno, in provincia di Salerno.

CALABRIA 

Il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, ha disposto la chiusura di tutti i plessi scolastici di ogni ordine e grado della città per il 7 e 8 novembre. Scuole chiuse anche a Locri. 

SICILIA 

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha emanato un’ordinanza che stabilisce per oggi la chiusura in città di tutte le scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido e i servizi educativi del Comune. Scuole chiuse 15 fino a sabato 8 novembre anche nei comuni di di Enna, Calascibetta, (solo per il plesso Umberto I) Pietraperzia (solo per domani 7 novembre ) Aidone, Assoro, Leonforte, Nicosia e Valguarnera. L’allarme maltempo dovrebbe cessare stasera ma su questi comuni incombe il codice rosso per rischio idrologico, e codice giallo per rischio idraulico. Oggi impianti scolastici chiusi anche a Catania e nelle Eolie.

Commenta