Condividi

Istat, disoccupazione in calo ma è record per i giovani: 44,2%. E’ il dato più alto dal ’77

Stando ai dati diffusi dall’Istituto di statistica, nel mese di agosto il tasso di disoccupazione complessivo ha segnato un leggero calo su base mensile e su base annua, attestandosi al 12,3% – Schizza in alto il dato sui 15-24enni: ormai quasi uno su due ha perso il lavoro – Stabile il dato dell’Eurozona (11,5%), Ue ai minimi da due anni (10,1%).

Istat, disoccupazione in calo ma è record per i giovani: 44,2%. E’ il dato più alto dal ’77

Nonostante il leggero calo del tasso complessivo, la disoccupazione giovanile ha scritto un nuovo record. Stando alle stime provvisorie dell’Istat, infatti, ad agosto il tasso di disoccupazione è sceso al 12,3%, in diminuzione dello 0,3% su base mensile e dello 0,1% su base annua. “Negli ultimi mesi – spiega l’Istituto di statistica – arrivano segnali non perfettamente chiari” dal mercato del lavoro, che evidenzia un andamento “altalenante”.

Il quadro, come detto, si fa più fosco se parliamo della disoccupazione giovanile che, ad agosto, è arrivata al 44,2%, in crescita dell’1% rispetto al mese precedente e del 3,6% su base annua. In questo caso si tratta del dato più alto da 37 anni, ossia dal 1977 (anno d’inizio delle serie storiche trimestrali) e dal gennaio 2004 se si considerano le serie mensili. A pesare, nel computo, è il netto calo (-3,6% su mese, -9% su anno) del numero degli occupati tra i 15 e i 24 anni.



Il numero complessivo di disoccupati, pari a 3 milioni 134 mila, è diminuito del 2,6% rispetto al mese precedente (-82 mila) e dello 0,9% su base annua (-28 mila). Sempre ad agosto, gli occupati risultano essere 22 milioni 380 mila, in aumento dello 0,1% rispetto al mese precedente (+32 mila) e sostanzialmente invariati su base annua. Il tasso di occupazione, pari al 55,7%, segna una crescita dello 0,1% sia su base mensile che su base annua.

L’incidenza dei disoccupati di 15-24 anni sulla popolazione in questa fascia di età è pari all’11,9%, stabile rispetto al mese precedente ma in aumento di 0,7 punti percentuali su base annua. Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni è aumentato dello 0,2% rispetto al mese precedente; su base annua, invece, ha registrato un calo dello 0,5% rispetto a dodici mesi prima. 

EUROZONA: DISOCCUPAZIONE STABILE. UE AI MINIMI DA DUE ANNI

Quanto all’Eurozona, ad agosto il tasso di disoccupazione si è attestato all’11,5%, stabile rispetto a luglio ma in calo rispetto al 12% dello stesso mese del 2013. Nella Ue a 28 il dato è sceso al 10,1%, il livello più basso da febbraio 2012 (contro il 10,2% di luglio e il 10,8% dell’agosto dell’anno scorso). Lo rileva Eurostat. 

Complessivamente nella Ue c’erano 24,642 milioni di disoccupati, di cui 18,326 milioni nell’Eurozona. Rispetto a luglio i disoccupati sono calati di 134 mila nella Ue e di 137 mila nell’Eurozona, mentre rispetto ad agosto 2013 sono calati di 1,745 mln nell’Unione e di 834 mila nell’area valutaria. 

Commenta