Condividi

Cinema: Tutti lo sanno, il giallo della coppia Bardem-Cruz

E’ uscito nelle sale italiane il film firmato alla regia e alla sceneggiatura dall’iraniano Asghar Farhadi, con i due attori spagnoli come protagonisti – Al centro di tutta la trama c’è la famiglia e un misterioso delitto – TRAILER.

Cinema: Tutti lo sanno, il giallo della coppia Bardem-Cruz

Giudizio dell’autore: due stellette e mezza

Scusate il ritardo. Del film di questa settimana avremmo voluto scrivere prima, ma, purtroppo, siamo stati sopraffatti dalla curiosità di vedere il lavoro di Virzì e ce ne siamo pentiti. Si tratta di Tutti lo sanno, firmato alla regia e alla sceneggiatura dall’iraniano Asghar Farhadi, con Penelope Cruz e Javier Bardem come principali protagonisti, uscito da pochi giorni nelle sale italiane.  

La vicenda racconta del ritorno di Laura in Spagna, nel paese natale tutto vigne e trattori, in occasione del matrimonio della sorella. Durante i festeggiamenti scompare la figlia adolescente e, da qual momento, inizia il dramma che coinvolge tutta la comunità. I rapitori impongono il silenzio con la polizia, pena la minaccia di morte per la rapita. Ad occuparsi in prima persona delle indagini è Paco che, pur di salvare la bambina è disposto a tutto, anche a vendere i suoi ben per trovare il denaro. Ma il dramma esplode all’interno della famiglia dove serpeggiano sospetti e rancori mai del tutto accantonati. Le indagini, condotte con l’aiuto di un ex poliziotto, brancolano nel buio fintanto che nelle pieghe di quanto si dice e non si dice, di quanti sanno e fanno finta di non sapere, ad un certo punto la verità emerge in tutta la sua brutalità.  

Al centro di tutta la trama c’è la famiglia, tanto per toccare un argomento inedito. In Italia ne sappiamo qualcosa e abbiamo nella nostra videoteca titoli importanti: Una famiglia perfetta di Paolo Genovese, La famiglia di Ettore Scola, Parenti serpenti di Mario Monicelli tanto per citarne solo alcuni da un lungo elenco. Non stupisce affatto che, ancora una volta, è al suo interno che va ricercato e spesso si ritrova tutto il bene e tutto il male del mondo. Gli sceneggiatori hanno buon gioco a ricamare trame, a scavare tra i ricordi di un passato mai dimenticato, tra promesse non mantenute e amori sbagliati. Viene facilmente alla mente un titolo che potrebbe riassumere bene l’essenza di questa storia: segreti e bugie, come forse ne corrono in quantità nei piccolo mondi delle famiglie. Se a tutto questo, che possiamo supporre facilmente appartiene alla maggior parte degli esseri umani, si aggiunge un misfatto, un gesto criminale, il gioco è fatto e rimane solo la sapienza, la capacità del regista per rendere tutto un buon prodotto cinematografico. 

Il film vorrebbe essere un giallo e, per molti aspetti, ci riesce fintanto che rispecchia lo schema classico: un delitto, molti sospetti, un colpevole. Riesce meno quando non si alza il tono della tensione, quando tutto scorre intorno ad un tempo lento, quasi parallelo a quello della campagna che circonda il paese dove avviene il rapimento. I ritmi narrativi sono suggestivi, come pure la capacità recitativa dei personaggi: convincenti, perfettamente adatti al ruolo. Tutto scorre liscio in un clima avvincente ma non travolgente. Sembra quasi che, da un momento all’altro debba avvenire un colpo di scena che invece, quando succede, si palesa come un semplice passaggio di scena. Come tutti i racconti di questo genere, è noto, il colpevole compare da subito in scena, seppure sotto mentite spoglie. In questo caso è camuffato molto bene e non è facile sospettare su chi possa essere. Un film da mezza stagione, si può vedere. 

One thought on “Cinema: Tutti lo sanno, il giallo della coppia Bardem-Cruz

  1. Complimenti, complimenti, complimenti. Per lo stile e per la pulizia di questo sito. Il 99% dei siti che parlano di cinema o che hanno contenuti video, te li sparano in mezzo a tanta di quella pubblicità che alla fine fai fatica a trovare il contenuto che ti interessa. Qui invece dite che c’è il contenuto video, uno scorre l’articolo, lo trova, non deve chiudere mille finestre e se lo gode. Complimenti! Meritate un applauso. Spero che vi imitino.

    Reply

Commenta