Condividi

Asia, il vertice Ue snerva i mercati

Anche oggi le borse asiatiche hanno vissuto una giornata ‘no’, l’euro si è indebolito, e il petrolio è tornato sotto quota 100, anche per i segnali negativi in provenienza dal Giappone

Asia, il vertice Ue snerva i mercati

I negoziati dell’ultima ora sono sempre densi di incognite e il vertice europeo non fa eccezione. Ce n’è abbastanza per sfibrare i mercati che già da tempo vivono nell’ansia perenne.

Così anche oggi le borse asiatiche hanno vissuto una giornata ‘no’, l’euro si è indebolito, e il petrolio è tornato sotto quota 100, anche per i segnali negativi in provenienza dal Giappone (crescita del Pil rivista leggermente al ribasso), Cina (produzione industriale rallenta al +12.4%) e Corea (previsioni di rallentamento comunicate dalla banca centrale, con conseguente indebolimento del won).



Su note positive invece, l’inflazione più bassa del previsto in Cina (+4.2%, il che lascia spazio a misure di supporto monetario o quanto meno sconsiglia l’inasprimento) e, in America, il calo dei sussidi di disoccupazione: un calo che continua la scia di buone notizie sull’economia Usa.

Leggi anche Bloomberg

Commenta