Condividi

Fincantieri-Stx: passo avanti, l’intesa a Lione

Un altro passo avanti verso la pax navale tra Italia e Francia che, con tutta probabilità verrà siglata il 27 settembre nel vertice di Lione tra Gentiloni e Macron – Si andrà verso la fusione di Fincantieri e Stx con Naval Group in un polo cantieristico civile e militare – “Costruttivo” l’incontro al Tesoro di ieri pomeriggio – Entrerà anche Leonardo?

Fincantieri-Stx: passo avanti, l’intesa a Lione

Un altro passo avanti verso la pax navale tra Italia e Francia con la realizzazione di un grande polo internazionale della cantieristica civile e militare composto da Fincantieri, Stx (la società  dei cantieri di Saint Nazaire) e Naval Group.

Ieri pomeriggio al Tesoro a Roma si sono incontrati i ministri italiani Pier Carlo Padoan e Carlo Calenda e quello francese Bruno Le Maire e la riunione è stata da tutti definita “costruttiva”. Si sono cioè gettate le basi di un grande accordo che sarà molto probabilmente siglato il 27 settembre nell’incontro bilaterale tra il presidente francese Emmanuel Macron e il premier italiano Paolo Gentiloni. 

Se le linee-guida del progetto sono condivise, molti aspetti restano tuttavia da chiarire sia in relazione al tipo e alle modalità della fusione a tre sia sulla governance, ma è presumibile che agli italiani di Fincantieri toccherà la gestione del ramo civile mentre ai francesi spetterà la guida del settore delle navi militari. Da chiarire anche gli assetti e gli equilibri azionari, ma la via imboccata sembra  quella buona. Resta da capire se nel nuovo polo entrerà la Leonardo di Alessandro Profumo, considerando che la costruzione di navi miliutari sarà fondamentale.