Condividi

Vaccino Pfizer-Biontech: ok dall’Ema per bambini under 12

La dose sarà ridotta rispetto a quella utilizzata nelle persone di età pari o superiore a 12 anni- In Italia le somministrazioni dovrebbero cominciare già da dicembre dopo l’ok dell’Aifa -Il Friuli torna in zona gialla da lunedì

Vaccino Pfizer-Biontech: ok dall’Ema per bambini under 12

Via libera al vaccino anti Covid di Pfizer-Biontech per i bambini tra i 5 e gli 11 anni. Lo ha stabilito l’Ema, l’agenzia europea per i medicinali nel corso di una riunione straordinaria, tenutasi in anticipo rispetto alla data precedentemente fissata.

Secondo l’agenzia, i benefici di Comirnaty nei bambini superano i rischi, specie in quei soggetti a maggior rischio di infezione grave. Per questa fascia d’età, però, cambia la dose: sarà ridotta a un terzo rispetto a quella utilizzata nelle persone di età pari o superiore a 12 anni (10 microgrammi contro 30). Ma “come nel gruppo di età più avanzata, sarà somministrato con due iniezioni nei muscoli della parte superiore del braccio, a distanza di tre settimane”, ha spiegato l’Ema in una nota.



Dopo il parere dell’Ema, spetta alla Commissione tecnico scientifica (Cts) dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), pronunciarsi in merito alla questione. La Commissione è stata convocata per la prossima settimana, dall’1 al 3 dicembre. Secondo quanto anticipato dal ministro Speranza, la somministrazione del vaccino agli under 12 potrebbe partire nella terza settimana di dicembre.

L’ok dell’Ema è arrivato dopo aver analizzato i risultati di uno studio condotto da Pfizer su quasi 2mila bambini che non presentavano segni di infezione pregressa. Questi bambini sono stati divisi in due gruppi: uno ha ricevuto il vaccino, l’altro un placebo. Mettendo a confronto i risultati è emerso che il vaccino si è efficace al 90,7% nel prevenire l’infezione sintomatica. Gli effetti collaterali sono simili a quelli riscontrati nelle persone di età pari o superiore a 12 anni: dolore al braccio, stanchezza, mal di testa, dolore muscolare e brividi.

Gli esperti italiani considerano determinante la vaccinazione dei più piccoli per per fermare la quarta ondata di Covid 19. Per quanto riguarda gli altri Paese, la Francia dovrebbe iniziare a vaccinare la fascia d’età 5-12 non prima del 2022, mentre gli Stati Uniti hanno già immunizzato tre milioni di bambini. Invece, Israele e Canada hanno avviato la campagna vaccinale agli under 12 all’inizio di questa settimana.

Nel frattempo, in Italia iniziano i cambi colore per le regioni. La prima è il Friuli-Venezia Giulia che da lunedì 28 novembre torna in zona gialla, anticipando di una settimana la stretta sui no vax prevista con il nuovo decreto anti-Covid. Anche la provincia di Bolzano viaggia verso la zona gialla: l’incidenza è già oltre la soglia limite da inizio novembre, così come le terapie intensive (10%) e l’area medica al (15%).

Commenta