Condividi

Legge di Stabilità in Senato per l’ultimo via libera

L’approvazione definitiva attesa a Palazzo Madama entro mercoledì 23, ultimo giorno prima della pausa natalizia – Probabile il ricorso alla fiducia da parte del governo.

Legge di Stabilità in Senato per l’ultimo via libera

La Legge di Stabilità 2016 è all’ultimo passo del suo lungo iter parlamentare. Dopo il travagliato via libera ottenuto in seconda lettura dall’Aula della Camera, manca soltanto il via libera definitivo da parte del Senato

Il varo finale è atteso entro mercoledì 23 dicembre, ultimo giorno utile prima delle vacanze di Natale. Probabile il ricorso alla fiducia da parte del Governo, che a Palazzo Madama può contare su numeri assai meno solidi rispetto a Montecitorio. 

Confermate le tre misure cardine della manovra: l’addio alla Tasi sulla prima casa (che vale 3,7 miliardi), gli sgravi per le assunzioni (ancorché dimezzati rispetto al 2015) e il superammortamento al 140% sugli investimenti delle imprese. Cancellato, invece, l’anticipo al 2016 del ventilato calo dell’Ires, l’imposta sui redditi delle società: bisognerà attendere il 2017.

Tra le novità introdotte all’ultimo minuto, la più rilevante è la “card” destinata alle famiglie “con almeno tre figli minori a carico”, che darà accesso a sconti per l’acquisto di beni e servizi, o “a riduzioni tariffarie con soggetti pubblici o privati che intendano contribuire all’iniziativa”.

Il valore complessivo della manovra è salito a 35,4 miliardi di euro, contro i 29,6 miliardi iniziali.

Commenta