Condividi

La Corporate America frena l’Europa e le banche spingono al ribasso Piazza Affari

Piazza Affari sulla stessa lunghezza d’onda di Francoforte: -1,3% sulla scia del ribasso delle banche e della frenata delle trimestrali Usa – In calo anche i titoli di Yoox e Autogrill – In controtendenza Saipem, Tenaris, Buzzi, Ferragamo e Mediaset che chiudono in territorio positivo – Tutti negativi anche i listini europei.

La Corporate America frena l’Europa e le banche spingono al ribasso Piazza Affari

BATTUTA D’ARRESTO PER LE BORSE. GIU’ LE BANCHE. LE TRIMESTRALI USAPESANO SUI LISTINI EUROPEI

Al decimo giorno il Toro si riposò. Piazza Affari, dopo un rally del 14% nelle ultime nove sedute ha subito una battuta d’arresto. L’indice FtseMib perde l’1,3%, la peggiore tra i listini europei. La Borsa di Londra perde lo 0,1%, Parigi -0,7%, Francoforte -1,1%. Ad accentuare la spinta al ribasso hanno contribuito le trimestrali Usa: in forte ribasso Ibm (-5%) e United Technologies -7% dopo la cessione degli elicotteri Sikorsky a Lockeed Martin.

Le vendite del pomeriggio colpiscono anche i Btp, con il rendimento del decennale che sale all’1,96% dall’1,87% della mattina. Spread in allargamento a quota 118. Si è indebolito il dollaro: l’euro risale a 1,093, da 1,082 della chiusura di ieri.

Prima reazione positiva dell’oro dopo sei sedute consecutive di ribasso. Oggi il metallo giallo è stato scambiato a 1.106 dollari l’oncia, in recupero dello 0,8%. Petrolio in rialzo: Brent a 57,1 dollari al barile (+0,9%), Wti a 51 dollari, +1,8%. Il rialzo del greggio sostiene Eni invariata, Saipem +1,7% e Tenaris +1,4%.

Negative le banche. Spicca il calo di PopMilano -2,7%. Male anche Pop.Emilia -3% e Banco Popolare -2%. Unicredit perde l’1,5%, Intesa -2,2%, MontePaschi -0,6%. Arretrano le assicurazioni e le società del risparmio gestito: Generali -1,3%, Azimut -2,6%, Mediolanum -1,2%.

Contrastati anche i titoli del lusso. Frena nel finale Ferragamo +0,8%, in forte ascesa in mattinata dopo la promozione a Strong Buy da parte del broker americano Raymond James. In frenata  Yoox -3% nel giorno in cui l’assemblea ha approvato la fuzione con Net a Porter. Pesano i risultati negativi di Zalando che alla Borsa di Francoforte perde il 5% dopo i risultati deludenti sulla redditività del secondo trimestre.

Scendono anche i principali titoli industriali: Fiat Chrysler -0,7%, StM -2%, Finmeccanica -2,4%. In positivo Buzzi +0,8%. Enel scende dell’1,3%, A2A -2,1%, Atlantia -1,6%. Autogrill cade in ribasso del 2,7%.

Commenta