Condividi

Ivass, è online il nuovo sito: “Più semplice per i consumatori”

Il presidente Salvatore Rossi: “Abbiamo cercato di semplificare il più possibile i contenuti: c’è una descrizione ampia e non troppo complessa della normativa, mentre gli studi e le pubblicazioni si possono consultare in modo più semplice”

Ivass, è online il nuovo sito: “Più semplice per i consumatori”

“Il nuovo sito dell’Ivass è uno strumento di lavoro importante per tutti. Abbiamo fatto un grande lavoro informatico in brevissimo tempo e di questo ringraziamo la Banca d’Italia, che ha messo a disposizione la sua piattaforma tecnologica”. Lo ha detto Salvatore Rossi, direttore generale della Banca d’Italia e presidente dell’Ivass, presentando oggi a Roma il nuovo sito dell’Istituto di vigilanza sulle assicurazioni, online dallo scorso venerdì pomeriggio.

“Abbiamo cercato di semplificare il più possibile i contenuti – ha aggiunto Rossi – organizzandoli secondo percorsi differenziati per profilo di utente, distinguendo gli operatori professionali dai normali cittadini, i consumatori, che potranno contare sull’assoluta imparzialità garantita dall’Ivass”.

Dalla homepage, infatti, si può accedere a un preventivatore rc auto per scoprire come risparmiare sulla polizza. TuOpreventivatOre è lo strumento per confrontare – in base alla loro convenienza economica – i preventivi rc auto di tutte le imprese presenti sul mercato. Il servizio è gratuito e anonimo: per attivarlo l’utente deve rispondere a un questionario, ma non occorre che dichiari le sue generalità; basta fornire un indirizzo email valido dove ricevere i preventivi. I preventivi elaborati dal sistema sono comunque vincolanti per le imprese per almeno 60 giorni dalla data del loro ricevimento e comunque non oltre la durata della tariffa in corso.

Il Presidente dell’Ivass ha sottolineato poi che nel sito è ora disponibile “una descrizione ampia e non troppo complessa della normativa, innanzitutto internazionale. Gli studi e le pubblicazioni si possono consultare in modo più semplice. E un’altra novità fondamentale è l’apertura al mondo social, che, se non lo è già, è destinato a diventare il luogo elettivo in cui la gente si informa”.

Inoltre, il nuovo sito dell’Istituto è fruibile da ogni dispositivo (sia in italiano sia in inglese), contiene una nuova sezione dedicata ai media e un motore di ricerca che consente di trovare rapidamente la pagina desiderata. Rispetto al passato, infine, sono aumentati i contenuti multimediali e l’interfaccia permette una navigazione più intuitiva.

Commenta