Condividi

Il Ddl Concorrenza è legge: ecco tutte le misure

Bollette luce e gas: dal 1° luglio 2019 scatta il mercato libero, una vera rivoluzione nel settore dell’energia. Novità anche per Rc auto, farmacie, parcelle dei professionisti, contratti telefonici e molto altro: ecco cosa contiene il disegno di legge approvato oggi in via definitiva al Senato al termine di un iter parlamentare durato oltre due anni.

Il Ddl Concorrenza è legge: ecco tutte le misure

Il Senato ha approvato in via definitiva il Ddl Concorrenza, che così – dopo oltre due anni di gestazione e quattro letture in Parlamento – diventa legge. L’Aula di Palazzo Madama ha dato il via libera alla fiducia con 146 voti favorevoli e 113 contrari. A questo punto è scontato il disco verde nella votazione finale al testo.

Il provvedimento modifica le norme in diversi ambiti: dalle bollette legate al mercato tutelato dell’energia all’assicurazione Rc auto, dalle farmacie alle Poste, dalle pay tv ai gestori telefonici, passando per fondi pensione, parcelle dei professionisti e altro ancora.



Il Premier Paolo Gentiloni ha affidato il proprio commento a Twitter:

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha invece pubblicato una nota: “L’Antitrust esprime soddisfazione per l’approvazione del ddl concorrenza – si legge – soprattutto per il valore simbolico che assume l’adozione di questa legge. E’ uno strumento previsto sin dal 2009 ma che, oggi, per la prima volta è stato utilizzato dal legislatore. Certo non possono sottacersi i passi indietro della versione approvata rispetto al testo originario, tuttavia la direzione è quella giusta: la concorrenza è un cardine per lo sviluppo del Paese, per abbassare i prezzi, ridurre le diseguaglianze, stimolare l’innovazione e aumentare il benessere dei consumatori. Il travagliato iter legislativo, durato oltre due anni, impone una riflessione sull’opportunità per il futuro di ricorrere a interventi più rapidi e incisivi: ad esempio non leggi omnibus, ma adozione di misure settoriali, volte a creare in ogni mercato un sistema di regole chiaro e trasparente, presupposto indispensabile per gli investimenti e la crescita economica”.

Vediamo ora quali sono le principali novità introdotte dalla legge.

MERCATO TUTELATO ENERGIA

La fine del mercato tutelato dell’energia elettrica e del gas è fissata per il primo luglio 2019. Si comprerà l’energia esattamente come si compra il traffico telefonico dai diversi operatori telefonici. Le aziende elettriche si stanno già posizionando per conquistare i clienti che dovranno passare dal sistema attuale, con tariffe trimestrali decisa dall’Autorità per l’Energia, al mercato libero per l’appunto in cui famiglie e imprese stipulano un contratto con un operatore da loro scelto autonomamente. Per orientare i consumatori l’Autorità ha avviato il portale Tutela Simile dove è già possibile valutare offerte (con lo sconto per i primi 12 mesi) su modelli contrattuali approvati dall’Autorità

TELEFONI E PAY TV: VIA LIBERA ALLE DISDETTE TELEMATICHE

Chi vuole disdire un contratto di telefonia o un abbonamento alla pay tv potrà farlo con una procedura semplificata, interamente telematica. In sostanza, gli utenti potranno disdire il contratto con le stesse modalità con cui lo hanno attivato, ad esempio via telefono.

RC AUTO: SCONTI AL SUD E CON SCATOLE NERE

Sono previsti sconti sull’assicurazione Rc auto per chi installa la scatola nera e per gli automobilisti virtuosi che non causano incidenti pur vivendo da almeno quattro anni in una delle province a più alto tasso di sinistri. Entro un anno dall’entrata in vigore della norma, il governo adotterà un decreto sull’obbligo di installare la scatola nera. Per risarcire i danni non patrimoniali da sinistri stradali si userà la tabella del Tribunale di Milano.

FONDI PENSIONE: RENDITA ANTICIPATA AI DISOCCUPATI

Anche i disoccupati da 24 mesi (finora ne servivano 48) potranno ottenere dal proprio fondo di previdenza complementare l’anticipo della rendita pensionistica integrativa sotto forma di rendita temporanea. Dovranno però maturare i requisiti per la pensione obbligatoria entro 5 anni. Ai fondi pensione sarà concesso di elevare questo limite fino a 10 anni.

FARMACIE, TETTO 20% A SOCIETÀ CAPITALI

Le società di capitale potranno controllare le farmacie, ma dovranno rispettare un tetto del 20% su base regionale. I farmaci di Fascia C continuano a essere venduti solo in farmacia. Infine, le farmacie potranno restare aperte anche oltre l’orario stabilito dalle autorità competenti.

MONOPOLIO POSTE

Il monopolio di Poste Italiane sull’invio di multe e notifiche si interromperà a settembre di quest’anno. Entro 90 giorni dall’entrata in vigore della legge l’Agcom determinerà i requisiti e gli obblighi per il rilascio delle licenze a nuovi operatori.

PROFESSIONISTI: PREVENTIVO OBBLIGATORIO

Tutti i professionisti dovranno inviare ai propri clienti un preventivo scritto sul loro compenso e sugli oneri ipotizzabili relativi all’incarico.

SOCIETÀ DI INGEGNERI E AVVOCATI: NESSUNA MODIFICA

Le società di ingegneri restano fuori dal controllo del relativo Ordine, mentre quelle di avvocati continuano a dover avere fra i soci, per almeno due terzi del capitale sociale, legali iscritti all’albo.

BOOKING: L’HOTEL PUÒ RIDURRE I PREZZI

Gli albergatori potranno praticare prezzi e condizioni migliori di quelli offerti dagli intermediari, compresi quelli online come Booking.

PUBBLICITÀ OCCULTA

Un ordine del giorno impegna il governo a regolamentare la pubblicità occulta nei selfie che i vip postano in rete sui loro blog o profili social (cartelloni sullo sfondo, abiti con la marca in bella vista).

SRL SEMPLIFICATE: SERVE IL NOTAIO

Anche per costituire srl semplificate servirà l’intervento di un notaio. È stata infatti bocciata l’ipotesi di permettere la procedura solo mediante scrittura privata.

Commenta