Condividi

Giro, Nibali all’attacco sull’Etna

Il Giro d’Italia arriva in Sicilia per la quarta tappa della 100esima edizione, la prima tappa di montagna. Grande attesa per l’attacco dello “Squalo”, tra i favoriti per la vittoria finale. Potrebbe andare in scena il primo vero scontro fra il siciliano e il colombiano Quintana, specialista di scalate.

Giro, Nibali all’attacco sull’Etna

Dopo il primo giorno di riposo della corsa e dopo aver lasciato la Sardegna, il Giro sbarca in Sicilia. La quarta tappa dell’edizione numero 100 parte da Cefalù e dopo 181 km si conclude alle pendici dell’Etna

Sono previsti due gran premi di montagna, entrambi con pendenza media del 4,5%, anche se a 18 km dall’arrivo i corridori dovranno affrontare un tratto di salita con pendenza dell’12%. 



Tutti gli occhi saranno puntati su Vincenzo Nibali, lo Squalo, che dalla sua ha un grandissimo vantaggio rispetto agli avversari: conosce il percorso, lo ha studiato e lo ha provato, d’altronde la Sicilia è la sua terra. Quintana può però contare su una squadra più forte, con i gregari pronti a sudare per lui nei primi 150 km di tappa per poi lasciargli strada per poter attaccare negli ultimi chilometri, quelli che portano alle pendici del vulcano. 

Quasi sicuramente alla fine della Tappa la maglia rosa lascerà le spalle di Gaviria, e la corsa entrerà nel vivo. Nibali è pronto a lasciare il segno, anche se Quintana ed il francese Pinot (terzo al Giro 2014) non gli renderanno la vita facile. 

Commenta