Condividi

Egitto, Arabia, Bahrein e Emirati isolano il Qatar: balzo del petrolio

I quattro grandi produttori arabi di petrolio hanno rotto le relazioni diplomatiche con il Qatar accusato di sostenere il terrorismo. Richiamati i diplomatici. Chiuse le frontiere, incluso il traffico aereo e marittimo. Ethiad sospende i voli.

Egitto, Arabia, Bahrein e Emirati isolano il Qatar: balzo del petrolio

Le tensioni nel Golfo Persico dove Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi e Bahrain hanno annunciato lo stop dei rapporti diplomatici col Qatar, spingono il prezzo del petrolio sui mercati internazionali. Il greggio Wti del Texas sale dell’1,6% a 48,46 dollari al barile mentre il Brent avanza dello 0,6% a 50,56 dollari, lunedì mattina intorno alle 9.

Affonda la Borsa del Qatar. All’avvio l’indice generale del mercato ha ceduto il 5,7%. Poco mossi i mercati degli altri paese dell’area come Emirati (-0,78%), Arabia Saudita (+0,93%) e Oman (-0,12%).



Qatar sotto accusa: “Sostiene il terrorismo”. Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi e Bahrain hanno annunciato lo stop dei rapporti diplomatici col Qatar. Di più, oltre alla chiusura dei rapporti diplomatici si tratta di un vero e proprio isolamento geografico del piccolo Stato che ospiterà i mondiali di calcio 2022: l’Arabia Saudita ha annunciato anche la chiusura del suo confine terrestre, l’unico che connette il Qatar con il mondo. Mentre tutti i Paesi che si sono allineati con Riad hanno anche comunicato la sospensione dei loro collegamenti marittimi e aerei con Doha. 

La mossa delle quattro nazioni arabe approfondisce la divisione tra i paesi del Golfo per il sostegno qatariota ai gruppi islamici. L’Arabia afferma che le truppe qatariote sarebbero state tirate dalla guerra in corso in Yemen, mentre il Bahrein accusa il Qatar per “il sostegno alle attività terroristiche armate e i finanziamenti legati a gruppi iraniani”. Anche il governo riconosciuto internazionalmente dello Yemen, guidato dal presidente Abd Rabbo Mansur Hadi, ha annunciato la rottura dei rapporti diplomatici con il Qatar, accusandolo di sostenere i ribelli sciiti Houthi, vicini all’Iran. Il governo di Hadi, vicino a Riad, ha sede nella città meridionale di Aden. La capitale yemenita Sanaa è invece occupata dagli Houthi da quasi tre anni.

Bahrain, Egitto, Arabia ed Emirati hanno annunciato il ritiro del loro personale diplomatico dal Qatar, nazione ricca di gas e che ospiterà i Mondiali di calcio del 2022. Le quattro nazioni arabe hanno annunciato anche di voler tagliare il traffico aereo e marittimo verso il paese peninsulare.

La compagnia aerea Etihad ha annunciato che sospenderà i voli verso il Qatar: la decisione segue lo stop dei rapporti diplomatici col Qatar da parte di Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi e Bahrain. Un verdetto a cui lo Stato qatarino ha risposto con la chiusura dei voli di Qatar ailines nei paesi interessati.

(aggiornato alle 12,30)

Commenta