Condividi

Catalogna, Rajoy assume presidenza. Destituito Puidgemont (che rischia l’arresto)

Dopo l’indipendenza proclamata da Barcellona venerdì, il premier Rajoy ha destituito Puidgemont (che rischia l’arresto) assumendo la presidenza della Catalogna fino alle elezioni di dicembre e cedendo poi le funzioni alla sua vice Santamaria – Destituito il capo del Mossos d’Esquadra.

Catalogna, Rajoy assume presidenza. Destituito Puidgemont (che rischia l’arresto)

Il premier spagnolo Mariano Rajoy ha assunto direttamente la presidenza della Catalogna e i suoi ministri le rispettive competenze. Il premier ha poi cedute le funzioni operative in Catalogna alla sua vice, Santamaria. Destituito dunque Carles Puidgemont, che ora secondo il quotidiano catalano Ara rischia addirittura l’arresto: la procura dello Stato spagnolo infatti presenterà lunedì contro di lui e contro il destituito Governo catalano una denuncia davanti al tribunale supremo per sedizione e ribellione e chiederà misure cautelari, che potrebbero scattare già lunedì.

Destituito anche il maggiore Josep Lluìs Trapero, capo dei Mossos d’Esquadra, la polizia della comunità catalana. Trapero è accusato di ‘sedizione’ dalla magistratura spagnola per le manifestazioni a Barcellona del 20 e 21 settembre. Dopo la dichiarazione di indipendenza di venerdì da parte del Parlamento catalano, oggi la Gazzetta Ufficiale (il Boletin Oficial del Estado) ha pubblicato il decreto con il quale il Governo di Spagna assume le funzioni e le competenze che corrispondono al presidente della Generalitat della Catalogna, come previsto nello statuto di autonomia.

Di fatto è l’avvio del commissariamento della Regione nell’ambito dell’articolo 155 della Costituzione, la cui applicazione è stata approvata venerdì dal Consiglio dei ministri e ratificata dal Senato, a Madrid. È la prima volta che il governo centrale revoca l’autonomia di una regione dai tempi della dittatura di Francisco Franco, durata dal 1939 al 1975. Le nuove elezioni sono previste per il 21 dicembre.

Commenta