Condividi

Borsa, Fiat ancora in rosso: pesano il profit warning di Ford e i guai con l’Antitrust Ue

Prosegue l’ondata di vendite sul titolo del Lingotto – Il ribasso è legato a due fattori: il profit warning lanciato dall’americana Ford e le accuse dell’Antitrust europeo per l’accordo siglato nel 2012 tra Fiat Finance e le autorità fiscali del Lussemburgo.

Borsa, Fiat ancora in rosso: pesano il profit warning di Ford e i guai con l’Antitrust Ue

A Piazza Affari continua a perdere terreno il titolo Fiat. Dopo il crollo di ieri (-3,4%), questa mattina nei primi scambi le azioni del Lingotto viaggiano in rosso di circa due punti percentuali, a 7,49 euro. Si tratta del peggior ribasso del Ftse Mib. 

L’ondata di vendite sulla compagnia automobilistica è legata a due fattori. Il primo, che ieri ha influito negativamente sulla performance dell’intero settore auto europeo (-0,4%), è il profit warning di Ford. All’Investor Day il gruppo americano ha comunicato di aver rivisto al ribasso i conti 2014 principalmente per tre motivi: la crisi russa, la frenata del Sud America e i costi per le auto ritirate per difetti in Usa.



Il secondo fattore è invece la lettera arrivata ieri da Bruxelles. L’Antitrust europeo ha puntato il dito contro l’accordo siglato nel 2012 tra Fiat Finance e le autorità fiscali del Lussemburgo, sostenendo che l’intesa danneggi la concorrenza e violi perciò le regole del mercato interno Ue.

Commenta