Azioni Atlantia quotazioni del titolo ATL in Borsa

Tutto quello che c’è da sapere per rimanere aggiornati sul mercato finanziario. Informazioni, andamento e grafico in tempo reale sulle quotazioni in borsa dei maggiori titoli sui listini mondiali.

Scritta e Logo Atlantia
Logo atlantia

Codice ISIN: IT0003506190
Settore: Trasporti
Industria: Trasporto alternativo


Le azioni di Atlantia sono quotate sul mercato italiano con il ticker ATL.

Guarda lo storico della quotazione del titolo alla Borsa di Milano

Descrizione Azienda

Atlantia S.p.A. è una holding di investimento italiana attiva nel settore delle infrastrutture di trasporto autostradali ed aeroportuali. Atlantia è presente in 11 paesi: Italia, Francia, Regno Unito, Spagna, Polonia, Argentina, Cile, Brasile, Colombia, India e Portorico. Offre anche servizi per la mobilità in 24 paesi.

Atlantia è tra le principali aziende mondiali nel settore delle infrastrutture e il primo operatore al mondo nella gestione delle autostrade a pedaggio, in Europa, America Latina e India. Oltre alla rete autostradale a pedaggio, il gruppo gestisce gli aeroporti di Fiumicino e Ciampino in Italia e gli scali francesi di Nizza, Cannes e Saint Tropez. Il volume di transiti l’anno di questi aereoporti è di circa 60 milioni di passaggeri.

Tra le principali società controllate da Atlantia troviamo:

  • Abertis Infraestructuras SA (50% + 1)
  • Aeroporti di Roma S.p.A. (96%)
  • SPEA Engineering S.p.A.
  • Pavimental S.p.A.
  • Telepass S.p.A.

Fino a giugno 2021 vi era anche Autostrade per l’Italia S.p.A. (88%).

Atlantia è quotata alla Borsa di Milano nell’indice FTSE MIB.

L’azionariato, a giugno 2021, è così composto:

  • Sintonia (subholding di Edizione, facente capo alla famiglia Benetton) 30,25%
  • GIC Private Limited: 8,29%
  • Fondazione Cassa di Risparmio di Torino: 4,54%
  • HSBC: 5,01%
  • Azioni proprie: 0,94%

Il resto, pari al 50,98%, è dato dal mercato flottante.

Nel 2020, il gruppo Atlantia ha avuto un fatturato 2020 di 8.3 miliardi di euro e un Ebitda di 3.7 miliardi di euro.

Attualmente le azioni sono scambiate a circa 15 euro.

Il gruppo conta circa 31.000 dipendenti.

Atlantia ha subito un contraccolpo in seguito al crollo del viadotto Polcevera a Genova (noto anche come Ponte Morandi) nel 2018. Da questa tragedia è nata una polemica sulle concessioni date alla società con il governo di quel tempo che ne richiedeva la revoca. Successivamente, a settembre 2019, l’amministratore delegato Giovanni Castellucci si dimette.

Da gennaio 2020 l’amministratore delegato di Atlantia è Carlo Bertazzo.

Il 31 maggio 2021 l’assemblea societaria di Atlantia ha deliberato la vendita di Autostrade per l’Italia (società controllata all’88,06%) ad un consorzio composto da CDP Equity (51%), Blackstone Infrastructure Partners (24,5%) e Macquarie Asset Management (24,5%) al prezzo di 9,3 miliardi di euro.

Approfondimento economico e finanziario dell’azienda

Le origini dell’azienda risalgono al 1950 quando viene creata la Società Concessioni e Costruzioni Autostrade S.p.A. con l’obiettivo di partecipare, insieme ad altri grandi gruppi industriali, alla ricostruzione post bellica dell’Italia.

Nel 1956 avviene la prima convenzione tra la società e ANAS per la costruzione e gestione e dell’Autostrada del Sole tra Milano e Napoli, inaugurata nel 1964.

Ottiene, negli anni, ulteriori concessioni per altre arterie autostradali.

Nel 1982 la società viene acquisita da Italstat e nel 1987 Autostrade Concessioni e Costruzioni S.p.A. viene quotata presso la Borsa di Milano.

Nel 1999 la Società Autostrade viene privatizzata. Al Gruppo IRI, che era l’azionista di riferimento, subentra quindi, con il 30% del capitale, Schemaventotto S.P.A ( cordata formata da Edizione del Gruppo Benetton al 60%, Fondazione CRT con il 13,33%, Acesa Italia con il 12,83%, Assicurazioni Generali ed Unicredito Italiano entrambe al 6,67% e Brisa International SGPS S.A. con lo 0,50%). Il resto del pacchetto azionario di IRI viene destinato al mercato borsistico attraverso un’offerta pubblica di vendita.

Nel 2003, in seguito ad riorganizzazione del gruppo, le attività in concessione vengono separate dalle attività non autostradali e nasce Autostrade per l’Italia S.p.A., controllata da Autostrade S.p.A.

Dal 2005, avvia una politica di espansione con l’acquisizione della gestione di circa 2 000 km di autostrade a pedaggio in Brasile, Cile, India e Polonia.

Nel 2007 viene approvata la nuova denominazione della società in Atlantia S.p.A. Il nome di Atlantia si ispira al mito di Atlante.

Nel 2013 viene portata a termine la fusione per l’incorporazione di Gemina S.p.A., azionista di maggioranza della società A.D.R. (Aeroporti di Roma) nella società. Atlantia entra, così, nel settore aeroportuale e gestisce i due scali di Roma di Fiumicino e Ciampino. Consolida la sua presenza nel settore aeroportuale, nel 2016, quando acquisisce Aéroports de la Côte d’Azur (ACA), società che controlla gli aeroporti di Nizza, Cannes-Mandelieu e Saint Tropez.

Nel 2018 Atlantia acquisise Abertis, multinazionale spagnola che opera nella gestione e sfruttamento delle infrastrutture di trasporto e di telecomunicazioni per circa 16,5 miliardi di euro. Nel 2020, attraverso Abertis Infraestructuras acquisisce il 53,1% di Red de Carreteras de Occidente in Messico e il 55,2% di Elizabeth River Crossing negli Stati Uniti.

Nel marzo 2018 Atlantia acquisisce una quota di minoranza pari al 15,49% di Getlink, la società che gestisce l’Eurotunnel che attraversa il canale della Manica.

Atlantia è presente come socio di minoranza anche in Hochtief (15,9%) e Aeroporto G. Marconi di Bologna (29,38%).

Nelle tecnologie dell’esazione e nei servizi per la mobilità controlla le seguenti società:
Telepass (50%) che gestisce i sistemi di pagamento elettronico del pedaggio sulla rete autostradale italiana e in 11 paesi europei  e fornisce un sistema integrato di pagamento di servizi correlati alla mobilità.
Emovis (controllata al 100% da Abertis) con la quale gestisce i sistemi di pedaggiamento elettronico e fornisce soluzioni di smart mobility in 7 Paesi nel mondo.
Eurotoll (controllata al 100% da Abertis) è un’operatore presente in Europa che fornisce assistenza e servizi di gestione del pedaggio agli autotrasportatori.

Le ultime notizie su Atlantia

Autostrade, infrastrutture, grandi opere

Autostrade, la nazionalizzazione che non c’è: beffa doppia per M5S

La vendita di Autostrade per l’Italia (Aspi) da parte di Atlantia è stata sì un affare ma soprattutto per i Benetton e – beffa nella beffa – gli azionisti di minoranza di Aspi hanno deciso di non vendere per evitare perdite – Conclusione: Autostrade sarà a controllo pubblico ma non completo e la nazionalizzazione non ci sarà

Ingresso Borsa di Milano

Borse in stand-by in attesa della Fed, ma Atlantia e Webuild volano

Tra stasera e domani il vertice della Fed a cui guardano con grande attenzione i mercati – Successo del primo eurobond e tregua storica nella guerra dei cieli tra Airbus e Boeing – A luglio la decisione della Bce sui dividendi bancari – A Piazza Affari spiccano Atlantia e Webuild

Logo Atlantia

Atlantia vola in Borsa su maxi dividendo e buyback

La società ha annunciato i piani per “nuova Atlantia” alla luce della vendita di Aspi – A disposizione 8 miliardi di euro da destinare alla crescita delle piattaforme – Previsti buyback da 1-2 miliardi e nuova politica sui dividendi

Strada viadotto

Autostrade: CDP, Blackstone e Macquarie accordo con Atlantia

Il Consorzio – composto da CDP Equity, Blackstone Infrastructure Partners e Macquarie Asset Management – oggi ha annunciato di aver raggiunto l’accordo con Atlantia per l’acquisizione dell’88% del pacchetto azionario di Autostrade per l’Italia

Ingresso della Torre Generali di CityLife

Opa Generali e cessione di Autostrade accedono le luci della Borsa

Tutti i riflettori di Piazza Affari sull’Opa lanciata a sorpresa da Generali sulla Cattolica Assicurazioni e sulla vendita di Autostrade dai Benetton a Cdp e ai fondi internazionali – I segnali di rilancio economico si moltiplicano in tutto il mondo (Corea del Sud: +45% di export) ma occhio all’inflazione