Condividi

Turismo, Federalberghi: ad agosto presenze in calo per la prima volta nella storia (-1,1%)

Il bimestre luglio-agosto ha registrato un -6% di italiani ed un +1,1% di stranieri – Nei primi otto mesi 2012 la perdita è del 2,6%.

Turismo, Federalberghi: ad agosto presenze in calo per la prima volta nella storia (-1,1%)

Un’estate da dimenticare quella degli albergatori italiani. Per la prima volta nella storia del turismo nostrano le presenze negli hotel sono calate ad agosto. Negativo anche il risultato di luglio.

I dati arrivano dalle rilevazioni di Federlaberghi: “Luglio – sottolinea il presidente Bernabò Bocca – ha mostrato una flessione complessiva delle presenze alberghiere pari al 5%, caratterizzata da un -8,9% di italiani e un +0,2% di stranieri. Agosto, per la prima volta nella storia ha registrato un -1,1% di presenze complessive, composte da un -3% di italiani ed un +2,1% di stranieri”. Il bimestre luglio-agosto ha pertanto registrato un -6% di italiani ed un +1,1% di stranieri.



Alla luce di questi dati “i primi otto mesi 2012 (rispetto allo stesso periodo del 2011) portano a segnare una perdita del 2,6% di presenze – aggiunge Bocca -, con gli italiani ad un -5,6% e gli stranieri ad un +1,2%. Il calo di fatturato è stimabile attorno al 10%, a causa dei prezzi fermi ormai da 3 anni e di accorte politiche tariffarie difficili da sostenere a lungo. Quanto ai dati sui lavoratori, da gennaio ad agosto abbiamo perso il 2,6% di occupati, con un dettaglio del -2,8% a tempo indeterminato e del -2,5% a tempo determinato”.

Federalberghi chiede a Governo e Parlamento di “metter mano ad un articolato progetto di riorganizzazione politica, legislativa e finanziaria del settore per consentire alle migliaia di imprese che quotidianamente lavorano nel turismo e per il turismo di rialzare la testa e ridare forza e vitalità al Pil per il quale contribuiamo per quasi il 10%”.

Commenta