Condividi

Trimestrali Usa: bene Facebook e Nokia, giù Samsung

I profitti di Facebook sono aumentati del 34% rispetto allo stesso periodo del 2013 arrivando a 701 milioni di dollari – Significativo l’apporto che arriva dal comparto pubblicitario del mobile – Profitti netti in deciso calo per la sudcoreana Samsung – Il sorpasso di Apple nel comparto smartphone è dietro l’angolo

Trimestrali Usa: bene Facebook e Nokia, giù Samsung

La corsa di Facebook non si arresta più e supera le attese degli analisti per il settimo trimestre consecutivo. Nell’ultimo trimestre del 2014 profitti e fatturato hanno segnato un deciso rialzo che ha sorpreso anche i più ottimisti. Nell’ultimo trimestre dell’anno appena passato i profitti sono aumentati del 34% rispetto allo stesso periodo del 2013 arrivando a 701 milioni di dollari. Dati eccezionali anche sulla crescita del fatturato di Facebook che è aumentato del 49% arrivando a 3,85 miliardi di dollari.

Ma a cosa è dovuta la crescita impetuosa del social network di Mark Zuckerberg? La crescita è dovuta soprattutto dalla raccolta pubblicitaria da dispositivi mobili. La società ha visto la raccolta pubblicitaria aumentare del 53% a 3,59 miliardi, per il 69% derivata dai gadget mobili rispetto al 66% dei tre mesi immediatamente precedenti.

Questi dati estremamente positivi sono mitigati, però, dai numeri relativi alle spese e agli investimenti che sono aumentati dell’87% giungendo a 2,72 miliardi di dollari, riducendo i margini operativi al 29% dal 44%. I dati relativi ai costi in aumento sembrano aver oscurato quelli estremamente positivi relativi a fatturato e profitti visto che il titolo di Facebook ha ceduto nelle contrattazioni nel dopo-mercato il 3%.

Notizie positive anche dal mondo Nokia che registra profitti trimestrali superiori alle attese nelle tecnologie per reti, grazie all’espansione dei servizi 4G in Nord America. L’utile operativo della divisione è salito a 470 milioni di euro nel quarto trimestre, dai 397 del trimestre precedente. Per quest’anno la società ha annunciato il pagamento di un dividendo di 14 centesimi di euro per azione, a fronte di attese degli analisti per 16 centesimi.

Chi va male è invece la sudcoreana Samsung. L’azienda asiatica, che è il più grande fabbricante di smartphone del mondo, ha comunicato di aver fatto profitti netti per 23,4 miliardi di won (21,4 miliardi di dollari) nel 2014, in calo del 23,2% rispetto al 2013. Di fatto Samsung sta per cedere ad Apple la leadership in questo comparto. La società coreana hi-tech ha comunicato che nell’ultimo trimestre del 2014 ha venduto 95 milioni di telefonini, di cui un volume tra 71 e 76 milioni di smartphone. Apple, invece, nell’ultimo trimestre dell’anno scorso ha dichiarato vendite per 74,5 milioni di iPhone.

Commenta