Condividi

Tap, Enagas entra con il 16%, Fluxys sale al 19%, escono E.On e Total

Cambiamenti nell’azionariato della Trans Adriatic Pipeline Ag, la società che realizzerà il gasdotto dall’Azerbaijan all’Italia. Entra nel capitale la società spagnola di trasporto del gas. Le altre quote restano a Bp, Socar, Statoil e Axpo

Tap, Enagas entra con il 16%, Fluxys sale al 19%, escono E.On e Total

Riassetto azionario per Tap (Trans Adriatic Pipeline AG), la società che realizzerà il nuovo gasdotto dall’Azerbaijan in Italia. Enagas, la società di trasporto del gas spagnola, entra nell’azionariato con una quota del 16%. Contemporaneamente Fluxys ha incrementato la sua quota azionaria dal 16 al 19%. Il nuovo assetto – informa un comunicato dell’azienda – è la conseguenza dell’acquisto da parte di Enagás e Fluxys del 19% di azioni precedentemente nel portafoglio di E.ON (9%) e Total (10%) che ora escono dal progetto.

L’azionariato di TAP è così composto da BP (20%), SOCAR (20%), Statoil (20%), Fluxys (19%), Enagás (16%) e Axpo (5%). Secondo Andy Lane, presidente del Board of Directors di TAP AG, “nel momento in cui ci prepariamo al prossimo decisivo passo del progetto, l’inizio della costruzione di strade e ponti in Albania nei primi mesi del 2015, voglio ringraziare E.ON e Total per il loro forte sostegno e il loro contributo allo sviluppo di TAP e dare il benvenuto a Enagás come nuovo azionista di TAP”.



Commenta