Condividi

Superbomba Usa: sono 94 i morti Isis

Cresce la conta dei jihadisti rimasti uccisi dalla Massive Ordinance Air Blast sganciata da un C130 americano su Nangarhar – L’agenzia dello Stato Islamico, però, smentisce le fonti ufficiali.

Superbomba Usa: sono 94 i morti Isis

Sarebbero 94 i militanti Isis rimasti uccisi nell’attacco della super bomba sganciata ieri da un C130 americano sul distretto di Achin della provincia di Nangarhar, in Afghanistan. A dirlo è il portavoce del governo provinciale, Ataullah Khogyani. La stima precedente parlava di 36 vittime.

Nell’attacco è stata usata per la prima volta in combattimento la superbomba Moab, la “Massive ordnance air blast”, che pesa quasi 10 tonnellate e ha la forza di distruggere tutto nel raggio di centinaia di metri. “Un altro grande successo, sono orgoglioso dei nostri militari”, ha detto Trump. L’obiettivo, dice la Casa Bianca, sono “tunnel e grotte usate dai miliziani dell’Isis” e “sono state prese tutte le precauzioni per evitare vittime civili e danni collaterali”.



Secondo Amaq, l’agenzia dello stato Islamico, la superbomba Usa non avrebbe, invece, fatto nessuna vittima tra i militanti jihadisti a Nangahar.

Commenta