Condividi

Spread BTp-Bund al top dal dopo Brexit

Dopo la vittoria di Trump alle presidenziali Usa, la corsa al Bund allarga il differenziale a 162 punti ma poi scende – Intanto, la tempesta sulle Borse europee sembra meno violenta di quanto temuto – Il dollaro limita i danni – In controtendenza i listini di Mosca

Spread BTp-Bund al top dal dopo Brexit

Oltre che sul mercato azionario, la vittoria di Donald Trump alle presidenziali Usa si sta facendo sentire anche sul mercato del debito pubblico. Il ciclone che si è abbattuto sui mercati ha ovviamente indotto gli investitori a puntare sui beni rifugio: primo fra tutti l’oro, ma anche il Bund.

Gli acquisti sui titoli di stato decennali tedeschi hanno perciò allargato lo spread con i BTp di pari scadenza. Questa mattina il differenziale di rendimento è arrivato a toccare quota 162 punti base, il livello più alto dai tempi della Brexit.

Intanto, a metà mattina le Borse europee viaggiano tutte in rosso, ma il crollo è meno drammatico di quello che presagivano i future prima dell’apertura. Piazza Affari lascia sul campo l’1,4% ed è maglia nera dietro Parigi (-1,3%), Francoforte (-1%) e Londra (-0,3%).

Stesso andamento sul mercato valutario, dove l’euro riduce i guadagni a 1,1080 dollari, dopo un picco che lo ha visto sfiorare 1,13 sui massimi da un mese e mezzo a questa parte.

In controtendenza la Borsa di Mosca, dove l’indice Rts, denominato in dollari, balza dell’1,17%,il Micex, in rubli, guadagna l’1%. L’andamento anomalo si spiega con la prospettiva di un disgelo fra Mosca e Washington, come auspicato dal presidente russo Vladimir Putin nel suo messaggio di congratulazioni al neoeletto Trump.

Commenta