Condividi

Sigarette elettroniche: stop a vendita online

Approvato l’emendamento al decreto fiscale: soltanto le tabaccherie e i rivenditori autorizzati potranno vendere le sigarette elettroniche – In arrivo anche l’aumento del prezzo dei tabacchi per finanziare la ricerca contro il cancro.

Sigarette elettroniche: stop a vendita online

Stop alla vendita di sigarette elettroniche sul web. A deciderlo è stata la commissione Bilancio del Senato che ha approvato un emendamento al Dl Fisco che è stato presentato collegato alla manovra: a presentare l’emendamento è stata Simona Vicari di Alternativa Popolare.

Adesso dunque soltanto le tabaccherie e i rivenditori autorizzati potranno vendere le sigarette elettroniche: viene così eliminata la vendita “a distanza” di questo tipo di prodotti. Diverse case che producono le sigarette elettroniche negli ultimi tempi hanno introdotto un nuovo sistema di vendita che prevede un periodo di test per il cliente anche attraverso la prova tramite un tabaccaio o un rivenditore autorizzato può decidere poi in secondo momento sull’acquisto.

Intanto anche per quanto riguarda le tasse sul fumo arrivano alcune novità: “Come presidente della commissione Sanità ho presentato un emendamento alla legge di Bilancio, sottoscritto da tutta la commissione, che prevede il recupero di nuove risorse per la sanità , in particolare con una tassa aggiuntiva sui tabacchi per finanziare i farmaci oncologici innovativi“, ha affermato la senatrice del Pd Emilia De Biasi. “Con questo emendamento – spiega De Biasi – interverremo sulla variazione della tassazione dei tabacchi per un gettito di circa seicento milioni. Nell’emendamento si prevede che cinquecento milioni siano posti a copertura del fondo farmaci oncologici innovativi, fondo istituito nella scorsa legge di bilancio”.

Commenta