Condividi

Promuovere l’export tricolore: ICE e ACIMAC insieme per le macchine della ceramica Made in Italy

Il settore delle macchine per la ceramiche è una delle eccellenze del nostro export che vanta una fetta del mercato globale stimato per il 60%. A tal proposito, l’Agenzia ICE e l’ACIMAC hanno deciso di incoraggiare la partecipazione delle aziende italiane ai principali eventi internazionali riguardanti la promozione delle macchine per la ceramica.

Promuovere l’export tricolore: ICE e ACIMAC insieme per le macchine della ceramica Made in Italy

Uno degli ambiti in cui il Made in Italy continua a distinguersi, non solo per la sua eccellenza e per la qualità, ma anche per la costante affermazione sui mercati esteri, è sicuramente il settore delle macchine per la ceramiche. Definito dal Direttore Generale dell’ICE, Roberto Luongo, come “una delle punte di diamante dell’export tricolore”, la ceramica e il laterizio prodotti nel nostro Paese vantano una fetta del mercato mondiale stimato per il 60%, cifra che si concretizza intorno ai 1.300 milioni di euro per quel che riguarda le esportazioni del settore (e in aumento dell’1% rispetto al 2012).

Per portare avanti il processo di espansione del settore della ceramica sui mercati mondiali, l’Agenzia ICE e l’ACIMAC (Associazione Costruttori Italiani Macchine e Attrezzature per Ceramica) hanno deciso di incoraggiare la partecipazione delle aziende italiane ai principali eventi internazionali riguardanti l’esposizione e la promozione delle macchine per la ceramica di tutto il mondo. L’iniziativa è, a dire il vero, già in corso dallo scorso gennaio e si prolungherà sino alla fine del 2014. Il primo evento ha visto le aziende italiane partecipare alle iniziative di Novosibirsk (capitale siberiana). A marzo è stato il turno del Brasile, dove le nostre aziende hanno preso parte alla fiera Revestir (a San Paolo). In occasione dell’evento brasiliano, le aziende nostrane hanno avuto la possibilità di occupare una superficie di ben 425mq. Alla fiera brasiliana seguiranno, nel corso dei prossimi mesi, le partecipazioni delle aziende italiane della ceramica alle manifestazioni di Jakarta (Keramika), di Guangzhou (Ceramics China) e di nuovo in Russia alla fiera MosBuild di Mosca dove i prodotti del Made in Italy occuperanno circa 800mq di spazio. In autunno, le aziende torneranno a esporre presso la principale manifestazione dedicata al settore della ceramica, Tecnargilla (a Rimini dal 22 al 26 settembre) e chiuderanno l’anno con una missione imprenditoriale in Vietnam.



La conclusione dell’iter promozionale in uno dei Paesi dell’ASEAN, il Vietnam appunto, è tutt’altro che una coincidenza. È, infatti, il mercato asiatico, e in particolare quello dei Paesi ASEAN, a essersi rivelato come uno dei principali acquirenti dei macchinari per la ceramica Made in Italy negli ultimi anni. 

Commenta