Condividi

Poste Italiane, oggi il debutto a Piazza Affari

E’ il giorno del debutto in Borsa per Poste Italiane, la più grande privatizzazione degli ultimi anni – Il titolo entrerà a far parte del FtseMib – In base ai risultati finali del collocamento del 40%, le azioni di Poste sono finite per il 60,8% a investitori esteri, il 27,2% a investitori italiani e il 12% a piccoli risparmiatori e dipendenti.

Poste Italiane, oggi il debutto a Piazza Affari

Il D-day di Poste Italiane è oggi. Stamattina il titolo farà il suo debutto sul listino di Piazza Affari e presto entrerà a far parte del FtseMib, l’indice dei maggiori 40 titoli della Borsa italiana.

Intanto si fanno i conti della maggior privatizzazione italiana degli ultimi anni. Del 40% di Poste, messo sul mercato dal Tesoro per ridurre il debito pubblico, il 60,8% è stato acquistato da investitori esteri, il 27,2% da qualificati investitori italiani e il 12% da piccoli risparmiatori e dipendenti dell’azienda postale.

Dopo il successo del collocamento di Poste Italiane, il Tesoro metterà presto sul mercato l’Enav. Tempi più lunghi invece per le Ferrovie dello Stato che il Governo non ha ancora deciso se vendere in blocco o a pezzi, scorporando la rete che, essendo strategica, dovrebbe restare pubblica.

Commenta