Condividi

Parlamento Ue: David Sassoli è il nuovo presidente

La presidenza del Parlamento europeo resta in Italia – Sassoli (Pd) è stato eletto dalla plenaria di Strarburgo al secondo scrutinio a maggioranza assoluta: 345 i voti.

Parlamento Ue: David Sassoli è il nuovo presidente

David Sassoli è il nuovo presidente del Parlamento europeo. Il candidato ufficiale dei Socialisti democratici è stato eletto alla seconda votazione con 345 voti su 667 espressi. La sua elezione è stata annunciata anche alla Camera dei deputati, dall’onorevole Emanuele Fiano, ed è stata accolta con un lungo applauso dell’Aula.

Al primo voto gli eurodeputati non sono riusciti a raggiungere la maggioranza necessaria, pari al 50% dei voti. Sassoli si è fermato a 325 voti, 7 in meno rispetto ai 332 richiesti.

“Tutti voi capirete la mia emozione in questo momento nell’assumere la presidenza del Parlamento Ue. Ringrazio il presidente Tajani per il lavoro che ha svolto, per il suo grande impegno e la sua dedizione a questa istituzione”, ha affermato il neo presidente, prendendo la parola subito dopo l’annuncio della sua elezione.

Sassoli, giornalista sessantatreenne, prende il posto che per due anni è stato occupato da Antonio Tajani. La presidenza dell’europarlamento rimane dunque in Italia.

L’eurodeputato del Partito Democratico ha battuto la concorrenza della tedesca Ska Keller, candidata dei Verdi, del ceco Jan Zahradil (gruppo Ecr dei Conservatori e Riformisti europei) e della spagnola Sira Rego per il gruppo della sinistra unitaria.

I popolari europei non hanno candidato nessuno dopo aver ottenuto la presidenza della Commissione Ue, con la tedesca Ursula Von der Leyen. Nel corso del vertice del 2 luglio è stata inoltre proposta la nomina di Christine Lagarde alla presidenza della Banca Centrale Europea. Entrambe le cariche dovranno essere ratificate dal nuovo Parlamento Ue.

LEGGI ANCHE: Von der Leyen e Lagarde: chi sono le due signore di ferro dell’Europa

Mi candido perché credo che l’Europa sarà più forte solo con un parlamento europeo in grado di giocare un ruolo più importante – ha detto Sassoli nella sua dichiarazione precedente al voto – Dobbiamo essere tutti, comunque la pensiamo, impegnati nel costruire la casa della democrazia europea e questo parlamento deve essere la casa della democrazia europea”. Sassoli, eurodeputato da 10 anni, ha poi citato uno dei padri dell’Unione, il francese Jean Monnet, dicendo: “Niente è possibile senza gli uomini, niente dura senza le istituzioni”.

🔴 LIVE: members are deciding who’s going to be their next president. We keep you posted ⬇️

Pubblicato da European Parliament su Mercoledì 3 luglio 2019

Tra i primi a complimentarsi con il nuovo presidente c’è il segretario del PD, Nicola Zingaretti.

Commenta