Condividi

Pagare tasse e bollette via smartphone: Bancomat Pay entra in PagoPA

Da marzo Bancomat Pay, servizio a disposizione dei titolari di carte PagoBancomat, è entrato a far parte di PagoPA, il sistema unico di gestione dei pagamenti elettronici per la Pubblica Amministrazione

Pagare tasse e bollette via smartphone: Bancomat Pay entra in PagoPA

Pagare tasse, multe e bollette via smartphone. Oggi è possibile con Bancomat Pay, il servizio lanciato a inizio anno da Agenzia per l’Italia Digitale, Team per la Trasformazione Digitale, Bancopmat Spa e Intesa Sanpaolo. Da marzo, infatti, Bancomat Pay è entrato a far parte di PagoPA, il sistema unico di gestione dei pagamenti elettronici per la Pubblica Amministrazione.

Messo a punto dall’Agenzia per l’Italia Digitale e dal Team per la Trasformazione Digitale, PagoPA non è un sito dove pagare, ma una modalità per eseguire i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione in via elettronica. Fino ad oggi si poteva usare solo agli sportelli o attraverso l’home banking degli istituti di credito aderenti, al bancomat (se abilitato), alle Poste o nei punti vendita di Sisal, Lottomatica e Banca 5.



Ma attenzione: non tutte le PA né tutte le banche danno ai cittadini questa possibilità, per cui, prima di pagare, è bene controllare:

Quanto a Bancomat Pay – grazie a un’intesa con Sia, il sistema integra il servizio Jiffy – da inizio anno consente ai titolari di carte PagoBancomat di pagare negli store e su e-commerce e inviare e ricevere denaro in tempo reale dallo smartphone utilizzando semplicemente il proprio numero di cellulare. Ora, con l’adesione a PagoPA, Bancomat Pay permette anche di effettuare i pagamenti verso la pubblica amministrazione via smartphone.

Intesa Sanpaolo è il primo payment service provider che offrirà il servizio verso tutti i clienti titolari di Bancomat Pay, anche se non sono clienti Intesa. I pagamenti vengono effettuati in tempo reale, con una semplice conferma sul proprio cellulare dell’operazione richiesta attraverso il sito web dell’ente. Il riversamento avviene poi seguendo le consuete regole in vigore per PagoPA.

“L’ingresso di Bancomat Pay in PagoPA – spiega Alessandro Zollo, Amministratore Delegato Bancomat Spa – permetterà a tutti i clienti di BANCOMAT Pay di utilizzare il nuovo servizio, a prescindere dalla banca di appartenenza, mediante gli stessi canali delle banche o attraverso il sito web PagoPA”.

PagoPA ha registrato oltre 10 milioni di transazioni sulla sua piattaforma, con un tasso di crescita del 219% rispetto al 2017.

Commenta