Condividi

Ocse, accordo per fine segreto bancario nel 2017

Lo hanno firmato l’intesa 52 Paesi tra cui Italia, Germania e Francia. Padoan: “E’ una riforma strutturale internazionale”. Negli altri 123 Paesi la novità scatterà nel 2018

Ocse, accordo per fine segreto bancario nel 2017

I rappresentanti di 52 paesi e giurisdizioni facenti parte del global forum dell’Ocse sulle questioni fiscali hanno siglato oggi a Berlino l’accordo che prevede la fine del segreto bancario a partire dal 2017. Per l’Italia ha firmato il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan mentre per la Germania e la Francia hanno apposto rispettivamente i loro autografi i ministri Wolfgang Schauble e Michel Sapin.

Il gruppo dei 52 si è impegnato ad adottare il nuovo standard globale unico per lo scambio automatico di informazioni sui contribuenti con conti nei cosiddetti paradisi fiscali già a partire dal 2017. Da segnalare che le informazioni che verranno scambiate a partire da quell’anno riguarderanno anche conti aperti alla fine del 2015. Gli altri paesi che non hanno siglato oggi – in tutto sono 123 le giurisdizioni che fanno parte del global forum – firmeranno nei prossimi mesi. Nel loro caso lo standard unico entrerà in vigore a partire dal 2018.



“L’accordo siglato oggi rappresenta un esempio di riforma strutturale implementata a livello internazionale”, ha commentato il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan.

Commenta