Condividi

Italia, Standard & Poor’s taglia stima Pil e la porta a zero

E’ quanto si legge in un rapporto dell’agenzia di valutazione del merito di credito, nel quale si precisa che il pil italiano alla fine del secondo trimestre ha accumulato un -0,3% in effetto di trascinamento (carry over).

Italia, Standard & Poor’s taglia stima Pil e la porta a zero

Standard and Poor’s ha tagliato la stima sul pil italiano nel 2014, portandola a zero dal +0,5% previsto in giugno. E’ quanto si legge in un rapporto dell’agenzia di valutazione del merito di credito, nel quale si precisa che il pil italiano alla fine del secondo trimestre ha accumulato un -0,3% in effetto di trascinamento (carry over) dalla prima parte dell’anno, e cioè come sarebbe la crescita media nell’anno se il pil dovesse restare invariato nel terzo e quarto trimestre.

Si tratta della revisione più ampia tra i principali Paesi dell’Eurozona, precisa S&P, spiegando anche che l’effetto di carry over a tutto il secondo trimestre è il più negativo tra le big europee (tutti gli altri sono in terreno positivo). “Le nostre precedenti valutazioni – scrive S&P – hanno in qualche modo sovrastimato l’effetto di tre fattori”, prime fra tutti le misure di stimolo annunciate in marzo dal premier Matteo Renzi, e che “a tutt’oggi non hanno avuto alcun effetto sui modelli di spesa” degli italiani.



Commenta