Condividi

Istat, inflazione: a settembre +3,2%, ma il “carrello della spesa” vola (+4,7%)

L’inflazione acquisita per il 2012 si conferma al 3% e il tasso di fondo, calcolato al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, scende all’1,9% dal 2,1% di agosto – Rincaro del 20,2% su base annua per la benzina (dal 15,1% di agosto) e del 21,7% per il diesel (dal 17,5% di agosto).

Istat, inflazione: a settembre +3,2%, ma il “carrello della spesa” vola (+4,7%)

A settembre l’inflazione in Italia è rimasta stabile al 3,2% su base annua, mentre rispetto ad agosto non si registra alcuna variazione. L’inflazione acquisita per il 2012 si conferma al 3% e il tasso di fondo, calcolato al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, scende all’1,9% dal 2,1% di agosto. Al netto dei soli beni energetici, la crescita tendenziale dei prezzi al consumo rallenta al 2% (+2,2% nel mese precedente). Questi gli ultimi dati provvisori forniti dall’Istat. 

Diversa la situazione per il cosiddetto “carrello della spesa”, che comprende i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza, dal cibo ai carburanti. In questo caso il tasso è ben più elevato, al 4,7%, in forte accelerazione rispetto a quanto registrato ad agosto (4,2%).



Anche su base mensile si registra un aumento sostenuto (+0,8%). A incidere sono soprattutto i forti aumenti per benzina e diesel e per i beni alimentari, che segnano una crescita tendenziale del 2,9%, l’incremento maggiore dal dicembre del 2011. 

A settembre la verde è salita del 4% e il gasolio per mezzi di trasporto è aumentato del 3,1%. Su base annua l’incremento è addirittura del 20,2% per la benzina (dal 15,1% di agosto) e del 21,7% per il diesel (dal 17,5% di agosto). 

Commenta