Condividi

Investitori Usa in fuga dall’Europa, mercato in calo dell’8%

I grandi capitali statunitensi hanno iniziato la ritirata dai mercati europei a marzo, per poi raggiungere il picco a giugno, con transazioni in uscita per 14,3 miliardi di dollari: un record dal crollo di Lehman Brothers nel 2008.

Investitori Usa in fuga dall’Europa, mercato in calo dell’8%

Negli ultimi tre mesi, ma soprattutto a settembre e ancor di più nell’ultima settimana, i grandi investitori internazionali hanno venduto un fiume di azioni europee.

A capitanare il sell-off sono gli Stati Uniti, che hanno iniziato ancora prima, a marzo, per poi raggiungere il picco di vendite a giugno, con transazioni in uscita per 14,3 miliardi di dollari (un record dal crollo di Lehman Brothers nel 2008).



Il quadro emerge da uno studio di Ubs in cui gli analisti della banca svizzera mettono in luce un dato allarmante: dal suo picco di settembre, finora, il mercato europeo è calato dell’8%.

Tra i grandi settori, solo telecomunicazioni e utility hanno registrato acquisti nelle ultime settimane. 

Commenta