Condividi

Ilva: Calenda riapre le trattative

Il Comune di Taranto disposto a revocare il ricorso al Tar dopo la convocazione del tavolo negoziale dedicato all’Ilva – Bentivogli, Fim Cisl: “Abbiamo la possibilità di realizzare il più grande progetto di ambientalizzazione e rilancio industriale mai avvenuto in Europa”.

Ilva: Calenda riapre le trattative

Il Ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda e il Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci si sono incontrati oggi, martedì 5 dicembre. Nel corso del meeting è stato deciso di convocare un tavolo negoziale dedicato a Taranto e all’Ilva con all’ordine del giorno quanto già richiesto con apposita lettera dal Sindaco al Ministro prima dell’incontro istituzionale del 16 novembre scorso al Mise.

Il Sindaco ha confermato che dopo aver ricevuto la convocazione formale, sarà disponibile a ritirare il ricorso al Tar, previa consultazione sulla questione anche con il Governatore Emiliano.



L’ordine del giorno comprenderà: “analisi del piano ambientale del DPCM e verifica dei possibili miglioramenti; condivisione del cronoprogramma della copertura anticipata dei parchi primari; gestione e valutazione del danno sanitario; gestione dell’attività del fondo sociale di Taranto; provvedimenti per l’indotto; condivisione del piano bonifiche di competenza dell’amministrazione straordinaria; istituzione di un centro di Ricerca e Sviluppo sull’acciaio e tecnologie carbon free”.

Convocherò subito il tavolo per Taranto, lo farò oggi stesso dopo aver acquisito la disponibilità del sindaco di Taranto e del governatore, e a fronte di questa convocazione ci sarà il ritiro del ricorso” ha affermato il ministro Carlo Calenda.

“Credo che venire qui a parlare – ha aggiunto- fosse un gesto doveroso. Le relazioni personali aiutano specie quando si tratta di superare qualche incomprensione che c’è stata in questi giorni. Poi, sia io il che il sindaco veniamo dalla società civile e questo aiuta”.

“Sono disponibile a fissare il tavolo per Taranto sulla base di un ordine del giorno che abbiamo concordato con il sindaco” ha concluso Calenda.

Soddisfazione anche da parte dei sindacati: “Finalmente sembra prevalere il buonsenso in una vicenda che ne ha bisogno supplementare come quella ILVA”. Lo ha affermato il segretario generale della Fim Cisl, Marco Bentivogli”.

“Ritengo molto positiva la disponibilità di Regione Puglia e Comune di Taranto a ritirare il ricorso al Tar, dopo la visita del Ministro Calenda a Taranto e l’appello di Monsignor Santoro – ha continuato Bentivogli – E’ ora importante che ripartano immediatamente i tavoli istituzionale con all’ordine del giorno del Tavolo per Taranto ci sarà anche la valutazione del danno sanitario, oltre all’analisi del Dpcm, e dei suoi eventuali miglioramenti e il cronoprogramma per la copertura dei parchi minerali”.

“Abbiamo la possibilità di realizzare il più grande progetto di ambientalizzazione e rilancio industriale mai avvenuto in Europa, ci possiamo riuscire se tutti puntiamo verso la stessa direzione”, ha concluso il segretario generale della Fim Cisl.

Commenta