Condividi

Giappone: in tour sui posti di lavoro

L’agenzia di viaggi di Tokio, Shigoto-Ryokou, specializzata in tour eccentrici, offre ai partecipanti più di cento esperienze di lavoro.

Giappone: in tour sui posti di lavoro

Vi siete mai chiesti cosa vuol dire lavorare da detective, pilota, chef di sushi, o prete shintoista? I giapponesi si possono ora dare una risposta grazie a un agenzia di viaggi di Tokio, Shigoto-Ryokou, specializzata in tour eccentrici. L’agenzia offre infatti ai partecipanti più di cento esperienze di lavoro. Coloro che partecipano, spiega un organizzatore, si ritrovano a fare un’esperienza molto stimolante che fornisce loro consigli utili anche per il loro vero lavoro o per la loro vita.

“Desidero che i partecipanti provino qualcosa di nuovo visitando altri posti di lavoro, anche quando nella vita reale fanno qualcosa di completamente diverso” afferma Tsubasa Tanaka, 35 anni, presidente della società.



Un programma offerto ad agosto offriva una visita alla NEC Management Partner che offer training per gli impiegati del gigante dell’elettronica NEC Corp. Il tour è stato organizzato in modo da mostrare ai partecipanti cosa ci vuole a “riformare la cultura corporate”. Koji Sonobe, 43 anni, impiegato di Management Partner, ha spiegato in che cosa consiste il suo lavoro alle sette persone che hanno aderito al tour, tra cui figuravano impiegati di case automobilistiche e società assicurative.  Una donna di 29 anni che lavora nella promozione delle vendite ha affermato: “È stata una esperienza diversa dal solito training. Ho potuto respirare l’atomosfera di una differente compagnia”.

I tour comprono una vasta gamma di lavori: da chef di cucine esotiche, a estetista, a fiorista. Circa 250-300 persone fanno i tour ogni mese, da studenti delle scuole elementari a pensionati. La maggior parte dei partecipanti viene dai ventenni e trentenni. Alcuni partecipanti decidono di cambiare lavoro alla fine dell’esperienza. Per il momento i tour si tengono a Tokio, ma c’è in programma di estenderli a tutto il Giappone.

Commenta