Condividi

Generali, via libera a Carta di Sostenibilità

Il Cda del Leone ha approvato il documento programmatico che definisce il posizionamento di Generali sul tema della sostenibilità e ne declina gli impegni verso gli stakeholder – E Fitch conferma il rating.

Generali, via libera a Carta di Sostenibilità

Il Consiglio di Amministrazione di Assicurazioni Generali ha approvato la nuova Carta degli Impegni di Sostenibilità del Gruppo, il documento programmatico che definisce il posizionamento di Generali sul tema della sostenibilità e ne declina gli impegni verso gli stakeholder.

Il Presidente di Assicurazioni Generali, Gabriele Galateri di Genola, ha affermato: “Alla base di questi impegni c’è la volontà di Generali di interpretare la realtà che ci circonda e comprendere le trasformazioni che influenzano la nostra società. Un impegno che ci permette di adottare principi e seguire valori che favoriscono uno sviluppo sostenibile del nostro business nel lungo termine, contribuendo a migliorare la vita delle persone e della collettività nel suo insieme. La Carta e’ la conferma della volontà di Generali di crescere in modo sostenibile, nell’interesse di tutti i suoi stakeholder e della comunità in cui opera.”

La Carta degli Impegni opera in due aree di attività. La prima si riferisce al fare impresa in modo sostenibile ogni giorno e la seconda riguarda l’impatto positivo che Generali vuole creare nella comunità. In entrambe le aree, in coerenza con quanto emerso dall’attività di ascolto e dialogo con un’ampia varietà di stakeholder, Generali ha identificato i principali impegni nei quali si articolerà la sua strategia di sostenibilità. A cominciare dall’intervenire sui megatrend che influenzano il business del Gruppo e la società e, ancora, dall’essere la prima scelta per i clienti e valorizzare i propri distributori.

La Carta comprende anche l’impegno a stimolare il dibattito nella comunità finanziaria sul tema della sostenibilità; creare un ambiente di lavoro fonte di ispirazione per le persone del Gruppo; offrire un servizio eccellente collaborando con i partner contrattuali; generare un impatto concreto nelle comunità in cui Generali opera; essere riconosciuti come Gruppo responsabile. Ogni impegno sarà oggetto di specifico monitoraggio e rendicontazione annuale all’interno di tutte le business unit del Gruppo.

Intanto oggi l’agenzia di rating Fitch ha comunicato di aver confermato il rating IFS di Generali e delle sue società ad A- con outlook Stabile. Fitch ha spiegato che il rating resta due notch superiore a quello italiano (BBB/Stabile) “a conferma della forte solidità patrimoniale e della notevole diversificazione geografica (all’incirca il 60% del risultato operativo realizzato all’esterno dell’Italia), comprese le significative attività in Francia e in Germania, dove il Gruppo ha una solida posizione di mercato”.

Commenta