Condividi

Gas, Eni si rafforza in Indonesia

Il gruppo italiano ha annunciato la scoperta di gas nel prospetto esplorativo denominato Merakes, situato nel blocco East Sepinggan del Paese asiatico, di cui Eni è operatore con la quota del 100% – Descalzi: “Questo risultato dimostra ancora una volta l’efficacia dell’approccio strategico di Eni nell’esplorazione”.

Gas, Eni si rafforza in Indonesia

Eni fa un nuovo, ulteriore, passo avanti in Indonesia. Il gruppo italiano ha annunciato la scoperta di gas nel pr.ospetto esplorativo denominato Merakes, situato nel blocco East Sepinggan, di cui Eni è operatore con la quota del 100%.

La scoperta è stata effettuata attraverso il pozzo Merakes 1, che è stato perforato in una profondità d’acqua di 1.372 metri e ha raggiunto una profondità complessiva di 2.640 metri. Il pozzo – precisa un comunicato dell’Eni – ha incontrato un importante accumulo di gas nella sequenza geologica clastica di età Pliocenico Inferiore. Il pozzo ha attraversato una colonna di idrocarburi di 60 metri in sabbie di ottima qualità. 



Il gruppo petrolifero stima preliminarmente il potenziale della scoperta di Merakes in circa 36 miliardi di metri cubi di gas in posto e prevede un ulteriore potenziale. “Questa nuova scoperta è importante, poiché rafforza la nostra posizione di operatori in Indonesia”, afferma l’ad Claudio Descalzi. “Grazie alla sua vicinanza al campo di Jangkrik, oggi in sviluppo, potrà fornire ulteriori volumi di gas – ha proseguito – all’impianto di GNL di Bontang. Questo risultato dimostra ancora una volta l’efficacia dell’approccio strategico di Eni nell’esplorazione, volto a operare con partecipazioni elevate al fine di valorizzare al meglio le  scoperte”.  

Commenta